Team Wilier – Chiara Pierobon: il resoconto della presentazione e della prima gara

Pubblicato 13 Marzo 2024 | Strada

Sabato 9 marzo nell’accogliente Villa Mascotto di Ancignano (Vi) il Breganze CicloClub96 Team Wilier Chiara Pierobon ha presentato le atlete e lo staff del 2024 con il presidente Giorgio Pigato a fare gli onori di casa in un clima cordiale e partecipato. “Abbiamo brave ragazze – esordisce il presidente nel suo intervento – puntiamo alla loro crescita cercando di costruire atlete per il futuro e anche se nel prosieguo non faranno più le atlete, consegniamo alla società una ragazza già “formata” perché in questo percorso si abituano a fare fatica, ad ascoltare altre persone che non sono i loro genitori, e questa non una cosa da poco! Mando un grosso in bocca al lupo alle ragazze e ringrazio i miei collaboratori e i tecnici per il loro impegno e tutti voi per la presenza”. Questi gli ospiti dell’appuntamento: in rappresentanza della F.C.I. Serena Danesi che ha portato il saluto del Presidente F.C.I. Cordiano Dagnoni e del Consiglio Federale e il Commissario tecnico del settore femminile Paolo Sangalli che nel suo intervento ha sottolineato l’amicizia ormai ventennale con questa società: “E’ un vero piacere venire in società serie come questa che sono la base del movimento – commenta il CT azzurro – alle ragazze oltre al mio “in bocca al lupo” per la stagione dico di guardare ai modelli positivi in un tempo ormai in cui si è bombardati dai social pieni di modelli non positivi, guardiamo in casa nostra, guardiamo le nostre ragazze specialmente le top italiane che sono quasi tutte laureate e quasi tutte parlano inglese che è una prerogativa importantissima per la vostra carriera, le società straniere chiedono l’inglese, quindi dobbiamo metterci in testa che la scuola è fondamentale, il ciclismo deve essere il piano B ma il piano A deve essere un’altra cosa, poi, se facciamo il piano B ben venga, ma dobbiamo essere pronte per il piano A e quindi la scuola deve avere la prevalenza sul resto.

Nell’organico del settore femminile tra i tecnici non ci sarà più Rossella Callovi e al suo posto ci sarà Marta Bastianelli che è scesa dalla bici ieri e che mi darà una mano. Con le Junior faremo una gara a tappe in Olanda a fine aprile, una gara a tappe in Francia a maggio e poi faremo un raduno premondiale – conclude Sangalli – perché gli europei nelle Fiandre in Belgio sono in programma dal 11 al 15 settembre e il mondiale sarà appena dopo”. Presente anche Alessandra Cappellotto vice presidente del CPA con delega al settore femminile e la sua vice Elisa Dalla Valle oltre al presidente della Federciclo provinciale Luigi Comacchio che ha ricordato la figura di Franco Basso promotore agli albori del settore ciclistico femminile. In sala anche Eleonora Suelotto, Monica Castagna, Marta Morzenti, Elena Bernardi ex atlete che hanno svolto attività in questa società. Per l’Amministrazione di Breganze è intervenuto il consigliere comunale Enrico Stevan. Nel corso del piacevole pomeriggio Alberto Rigamonti ha intrattenuto i presenti con le interviste alle Autorità con il presidente Giorgio Pigato e Stefano Franco (con Anna Faoro) a svelare i programmi societari e tecnici della stagione 2024. Più di 130 le persone in sala a seguire con interesse le dichiarazioni e gli interventi delle ragazze che hanno saputo egregiamente destreggiarsi anche con le insidie del microfono.

Il giorno seguente, domenica 10 marzo sotto il diluvio con tanto freddo ed un forte vento che ha caratterizzato ambientalmente il contesto della gara, le ragazze del Breganze CicloClub96 Team Wilier Chiara Pierobon hanno affrontato il secondo impegno stagionale in programma nel modenese a Nonantola su un tracciato completamente pianeggiante ricavato su un circuito di 9,5 km da ripetere 8 volte per complessivi 76 km. La gara ha visto la presenza di 123 ragazze Juniores in rappresentanza di 21 società. Non è stata una trasferta fortunata per i colori giallo blu del CicloClub96 per una caduta che ha costretto Angelica Colluccini a qualche accertamento clinico presso il nosocomio di Modena ma fortunatamente, dopo gli esami del caso, la ragazza oltre a qualche escoriazione e una forte contusione al ginocchio, non ha riportato traumi di maggior entità. La gara con queste avverse condizioni meteo è vissuta su alcuni tentativi di attacco che hanno visto protagonista anche Silvia Bordignon che si è spesa interpretando la gara da protagonista correndo sempre nelle prime venti posizioni dimostrando nonostante la sua giovane età di saper interpretare al meglio le dinamiche di corsa: oggi una nota di merito va ascritta soprattutto a lei. Anche Emma Gottoli si è resa protagonista di un attacco poi rientrato per la reazione del gruppo (lei in seguito ha dovuto dare forfait per crampi). Come da pronostico la gara si è chiusa con una volata generale delle rimaste in gara con Silvia Bordignon che ha chiuso intorno alla ventesima posizione. Anche le altre cinque ragazze del Breganze CicloClub96 Team Wilier Chiara Pierobon hanno completato il percorso la gara.

Prossimo appuntamento. Domenica 17 marzo la formazione di Stefano Franco gareggia a Cittiglio, in un appuntamento che non ha bisogno di presentazioni tale è l’importanza che riveste tra gli addetti ai lavori: gara inserita nel contesto della Coppa delle Nazioni. Si corre alle 8,20 su 74,4 km. l’11° Piccolo Trofeo Alfredo Binda Valli del Verbano con ritrovo a Maccagno con Pino e Veddasca – Cittiglio (Va) con l’organizzazione del Cycling Sport Promotion Asd. (Foto di Flaviano Ossola)

Ufficio Stampa Breganze CicloClub96 Team Wilier Chiara Pierobon

Comments are closed.