“Giro delle Regioni Ciclocross”: domenica si chiude con la ‘Combo Lazio Cross’

Pubblicato 4 Gennaio 2024 | Ciclocross / MTB

Si respira aria di ciclocross nei 7 ettari collinari del My Fly Zone, il Bike Park sito in via Castel di Leva, a due passi dall’Ardeatina e dal Santuario del Divino Amore che questa domenica, 7 gennaio, ospiterà il 16° Memorial Romano Scotti in una data ricca di coincidenze che farà di Roma la capitale (anche) del ciclocross italiano: in un solo appuntamento la gara organizzata dall’ASD Romano Scotti sarà tappa conclusiva del 2° Giro delle Regioni Ciclocross e del Lazio Cross Trofeo Romano Scotti GM Sport, con premiazione finale di entrambi i circuiti, campionato provinciale Roma e campionato regionale Lazio per la categoria “Esordienti 1° anno”.

Lo staff coordinato da Fausto Scotti, che oggi festeggia il compleanno dello storico ed eclettico amico e collaboratore Roberto “Ciccio” Loreti, ha terminato le operazioni di tracciatura del percorso, che si rivelerà particolarmente impegnativo ed esigente, un modo non solo per far “pesare” la conquista dell’ambita maglia (anzi, in questo caso, è d’obbligo il plurale maglie), ma anche per rifinire la preparazione al meglio in vista delle imminenti rassegne tricolore.

La conclusione del Lazio Cross coincide spesso con il Memorial Romano Scotti, il 2024 è uno degli anni in cui avviene, come già nel 2023, un riconoscimento a colui che per decadi è stato il punto di riferimento del ciclismo laziale e che dà il suo nome anche allo spettacolare circuito regionale ideato e diretto da Massimo Folcarelli. Il campionissimo dei master è ben lieto di condividere con l’ASD Romano Scotti l’ultimo appuntamento annuale della sua avventura: «Siamo arrivati nuovamente alla conclusione di una edizione del Lazio Cross Trofeo Romano Scotti GM Sport, domenica 7 gennaio ci sarà la vestizione delle maglie e la premiazione finale del circuito. Sembra ormai un’abitudine concludere con il memorial organizzato da Fausto, quest’anno una location nuova, una zona che merita e la mano del nostro grande ex CT si vedrà sul tracciato con un’impronta tecnica decisiva. Sono contento che abbiamo avuto un ottimo parterre di partenti durante questa edizione del Lazio Cross, compresi atleti della Nazionale spesso al via in diverse tappe, ci siamo dimostrati, lo mostrano i risultati, tra i circuiti migliori d’Italia, e quindi un patrimonio per gli amanti della bicicletta e del ciclocross».

Il sodalizio con il Lazio Cross rende orgoglioso Fausto Scotti, presidente del comitato organizzatore del Giro Regioni e del Giro d’Italia Ciclocross: «Mi brillano gli occhi nel vedere come in questi anni sia cresciuto e maturato il Lazio Cross, che assegna un trofeo intitolato a mio papà Romano, di stagione in stagione sempre più prestigioso come l’intero circuito, ormai un punto di riferimento sul territorio nazionale per chiunque vogli disputare gare di ciclocross di alta qualità in una regione geograficamente strategica come il Lazio. Chapeau al mio grande amico Massimo Folcarelli, che nonostante tutte le difficoltà ordinarie e soprattutto straordinarie, nonostante le tante e ingiustificate ostilità che incontra nel suo cammino, ha consolidato la sua squadra e anche quest’anno ha messo su un circuito degno della Regione Lazio e del nome di mio papà. Non mollare mai Massimo, il ciclocross laziale ha in te un riferimento!».

Fiero anche Maurizio Brilli, presidente del comitato regionale Lazio della Federazione Ciclistica Italiana: «Esprimo il mio compiacimento all’ASD Romano Scotti per l’allestimento di questo 16° Memorial Romano Scotti, un appuntamento importante in cui con Fausto Scotti e quanti vorranno esserci, avremo l’occasione di ricordare papà Romano. Con piacere sarò presente alla manifestazione, cogliendo l’occasione per consegnare al My Fly Zone la targa per il riconoscimento della Scuola di Ciclismo della FCI. Nella consapevolezza di vivere un momento bello del movimento ciclistico regionale, estendo l’invito ad esserci a tutti gli appassionati». (Foto di Flaviano Ossola)

Ufficio Stampa A.S.D. Romano Scotti

Comments are closed.