“Giro d’Italia Ciclocross”: iniziata la festa a San Colombano Certenoli (GE)

Pubblicato 25 Novembre 2023 | Ciclocross / MTB

Deve instaurarsi qualcosa di speciale tra il Giro d’Italia Ciclocross e i piccoli borghi. Come già avvenuto a Osoppo e la settimana scorsa a Cantoira, anche San Colombano Certenoli, nella ligure Val Fontanabuona si è vestita a festa per accogliere la Corsa Rosa del fango (qualcuno in questo caso dirà…del vento) che domani celebrerà qui la tappa conclusiva della quindicesima edizione. San Colombano Certenoli, provincia di Genova, Regione Liguria. Per la prima volta città di tappa, con un ruolo di esclusivo spessore: finalissima con assegnazione delle maglie rosa per incoronare le vincitrici e i vincitori del Giro d’Italia Ciclocross. Ama le sfide il Velo Val Fontanabuona diretto dall’eclettico Roberto Portunato, che il GIC ha tanto desiderato e inseguito, colpendo l’attenzione di Fausto Scotti, direttore del comitato organizzatore e colorando di rosa il suo 3° Gran Premio Internazionale Val Fontanabuona.

Per il Giro d’Italia Ciclocross, d’altro canto, quella cominciata oggi è un’occasione davvero speciale: oltre a sbarcare il Liguria per la prima volta in 15 anni di storia, l’accoglienza è di quelle altisonanti, con il patrocinio di Regione Liguria, Città Metropolitana Genova, Camera di Commercio Genova e Comune di San Colombano Certenoli. Ciliegina sulla torta la chiusura della giornata inaugurale con il premio Fontanino, riconoscimento ideato dalla Val Fontanabuona e dedicato per il 2023 a un gigante del ciclismo del passato, Claudio Chiappucci.

Altamente spettacolare il tracciato, ricavato nei pressi dell’area expo di Calvari, tra le strutture sportive e il torrente Entella, particolarmente sferzato dai venti durante le scorse ore e quindi bisognoso di continui interventi manutentivi, per i quali un doveroso (e caloroso) applauso va tributato ai volontari sul percorso coordinati dallo staff dell’ASD Romano Scotti. Domani le prime partenze alle ore 8:50 (apriranno i master) e via via a seguire le classifiche giovanili. Chiusura col botto con le tre gare internazionali (chiudono gli uomini open) e premiazioni finali previste per le ore 15:00, alla presenza del presidente federale Cordiano Dagnoni.

LE DICHIARAZIONI DELLA CONFERENZA STAMPA

– Paolo Corsiglia (Componente giunta camera di commercio di Genova): «Penso che questo evento sia un valore aggiunto, portiamo turismo nell’entroterra ligure fuori stagione. La costa è sold out quasi tutto l’anno, ma l’interno soffre. Grazie al Giro d’Italia Ciclocross e l’internazionale Val Fontanabuona accendiamo i riflettori. È un grande evento che spero possa svilupparsi ancor più negli anni, perché l’impegno e la dedizione che ci mettete è per noi solo orgoglio. È davvero particolare, inoltre, che la vigilia della gara cada nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un grande in bocca al lupo a tutte le ragazze in campo domani!».

– Franco Queirolo (Assessore allo sport San Colombano Certenoli): «Il comune di San Colombano è orgoglioso di essere entrato nella famiglia del Giro d’Italia Ciclocross, è stata una scommessa portata in campo da Roberto Portunato, della quale io personalmente sono fiero. In tre anni abbiamo portato in Liguria uno sport che prima non godeva di grande visibilità da queste parti e ora sbarchiamo nel Giro d’Italia Ciclocross, la corsa rosa del fango. Periamo che il vento cali e ci faccia godere una bellissima giornata di sport».

– Fausto Scotti (Presidente ASD Romano Scotti): «Ringrazio di cuore tutti coloro che sono stati sul campo gara, Roberto Portunato ha una squadra invidiabile e dopo 97 tappe in giro per l’Italia dall’inizio della storia del GIC posso dire di aver trovato anche qui dei validi collaboratori. Collaborare è importante, ciascuno ha il suo ruolo e cerca di compierlo al meglio. Anche noi, pur con la nostra esperienza, abbiamo imparato tantissimo e questo mi fa capire che possiamo crescere sempre, facendo di più in posti così carini come questa cittadina della Val Fontanabuona. Oggi abbiamo ricevuto complimenti dagli atleti e dal giudice internazionale. Sono felice di essere qui al terzo anno dell’internazionale Val Fontanabuona, in piena maturità dell’evento. Sostenere eventi sportivi è fondamentale per i nostri ragazzi, per il nostro e per il loro futuro. Questo è il mio invito e monito alle istituzioni. Giunti a fine GIC un ringraziamento speciale ai nostro collaboratori diretti e ai nostri fornitori. Il gruppo è la nostra forza. Grazie Pasquale, Carmela, Roberto, Moreno, Lisa, Atlantide Videoservice e tutti coloro che ci supportano».

– Roberto Portunato (Presidente Velo Val Fontanabuona): «Ogni anno ho cercato sempre di migliorare, ma il desiderio di entrare nel Giro d’Italia Ciclocross, che avevo nel cuore sin dalla prima edizione, non l’ho perso di vista, così mi sono proposto a Fausto Scotti con largo anticipo. È un valore aggiunto a tutti questi anni fatti di esperienza. In questi giorni stiamo imparando qualcosa di più. Il mio staff è stato superlativo, ha tolto tempo alle famiglie e al tempo libero, ma l risultato lusinghiero è sotto gli occhi di tutti. Se ripenso a marzo, quando abbiamo presentato l’evento al Senato a Roma, sembra una vita fa, ma da allora ogni giorno abbiamo lavorato con l’obiettivo rosa del 26 novembre. Ecco, è arrivato: domani dalle 8:50 alle 16 vivremo un sogno». (Foto Credits: Lisa Paletti)

Ufficio Stampa A.S.D. Romano Scotti

Comments are closed.