Aromitalia – Basso – Vaiano: vigilia del Mondiale Gravel per Rasa Leleivyte

Pubblicato 6 Ottobre 2023 | Ciclocross / MTB

Ultimo appuntamento stagionale per il team Aromitalia – Basso – Vaiano, che nella giornata di domani, sabato 7 ottobre, vedrà una propria atleta impegnata nella seconda edizione del “Campionato del Mondo Gravel”, in programma nella marca trevigiana. Toccherà alla lituana Rasa Leleivyte migliorare il nono posto conquistato lo scorso anno, al cospetto di avversarie di grande valore, tra cui la fresca campionessa europea della specialità Lorena Wiebes, la dominatrice del Tour Demi Vollering, l’australiana Tiffany Cromwell, il bronzo europeo Elena Cecchini, le azzurre Silvia Persico, Gaia Realini, Sofia Bertizzolo e Barbara Guarischi, la polacca Katarzyna Niewiadoma e tante altre.

140 gli impegnativi chilometri di gara. La partenza è fissata alle ore 10:30 presso il Lago Le Bandie di Spresiano (TV), già sede ospitante dei “Campionati del Mondo Ciclocross 2008”. Dopo il giro del lago lungo la strada sterrata, ci si dirige verso Cimadolmo entrando nelle Grave di Papadopoli e affrontando il più lungo tratto di sterrato, 21 chilometri, che costeggia il fiume Piave. A Ponte della Priula si esce dal greto del fiume e dopo aver attraversato la tenuta di Borgo Luce, si affrontano le prime rampe delle colline del Collalto fino a giungere a Pieve di Soligo, per il primo passaggio sotto il traguardo.

Iniziamo ora il primo giro ad anello dirigendoci verso il Molinetto della Croda, un angolo tra i più suggestivi della Marca Trevigiana. Giunti ad Arfanta dopo una ripida salita asfaltata, affrontiamo la discesa che ci porta in Valsana dominata da Castelbrando, una fortezza ricca di storia e di fascino che si trova lungo la famosa Via del Prosecco nel territorio di Cison di Valmarino. Gli sterrati della Valsana ci portano ad attraversare prima il paesino di Mure, suggestivo borgo di mura tra presepi, antiche tradizioni e natura dove il tempo continua ad essere scandito dai ritmi lenti della genuina cultura locale. Si giunge poi ai Laghi di Revine. Si risale poi verso Nogarolo, affrontando l’omonimo “muro”, probante riscaldamento per quello ben più duro di Cà del Poggio. Affrontati gli sterrati della Val Trippera si transita sotto il traguardo per poi affrontare i bellissimi sterrati del Patean e dei Palù di Sernaglia e Moriago. Il passaggio all’interno dell’Isola dei Morti, uno dei luoghi più simbolici del Medio Piave, richiama alla memoria il grande sacrificio di tanti giovani soldati negli ultimi giorni della Grande Guerra.

Da Colbertaldo inizia sicuramente la parte più impegnativa del percorso, affrontando nell’ordine: le salite di San Vigilio, Le Serre, Le Tenade e Collagù. La discesa del San Gallo, con il caratteristico passaggio sul ciottolato della Chiesa dei santi Pietro e Paolo, sarà l’ultima difficoltà prima di giungere a braccia alzate sul rettilineo finale di Pieve di Soligo con il traguardo posto nell’elegante Piazza Balbi Valier. (Foto di Flaviano Ossola)

AROMITALIA – BASSO – VAIANO AI “CAMPIONATI DEL MONDO GRAVEL” LAGO LE BANDIE-PIEVE DI SOLIGO:
– Leleivyte Rasa (Lituania, 22 Luglio 1988)

Ufficio Stampa Aromitalia Basso Vaiano

Comments are closed.