A.S.D. DP66: il resoconto delle gare di Brugherio (MB) e di Salvirola (CR)

Pubblicato 29 Ottobre 2023 | Ciclocross / MTB

A una settimana dall’Europeo di ciclocross di Pontchateau, arrivano ottime notizie dallo junior Stefano Viezzi, che in due giorni infila la sesta e la settima vittoria consecutiva aggiudicandosi le due prove internazionali di Brugherio e Salvirola. Per il ragazzo di Majano importante soprattutto l’exploit di sabato all’Increa Stadium, non tanto perché ne rafforza la leadership nel circuito Master Cross Selle SMP, ma perché ottenuto al cospetto di una concorrenza internazionale: alle spalle dell’atleta della DP66, infatti, ha chiuso l’elvetico Sven Sommer. «Alla vigilia della prova non sapevo cosa aspettarmi», ha confermato al traguardo Stefano Viezzi. «C’erano atleti stranieri e concorrenti che avevano seguito altri circuiti e con cui non mi ero mai confrontato. Questo risultato dà fiducia e confidenza in vista dei prossimi obiettivi». A Salvirola, invece, il ragazzo classe 2006 si è lasciato alle spalle Mattia Agostinacchio e Nicolas Halter. Ovviamente Stefano Viezzi non è stato l’unico atleta a cimentarsi nella due giorni internazionale.

Andando con ordine, sabato a Brugherio, in una prova di Classe C1, la DP66 ha visto piazzarsi tra le migliori anche Carlotta Borello, settima e seconda tra le Under 23 al traguardo. Nella stessa prova femminile, 17° piazza per Alice Papo (settima tra le U23), 28° e 35° posizione assoluta per le junior Giulia Zambelli e Martina Montagner, rispettivamente nona e quattordicesima tra le atlete della loro categoria. Nel suo debutto in una prova di questa classe tra gli Open, l’Under 23 Tommaso Cafueri ha chiuso 15° assoluto, quinto tra i ragazzi della sua categoria: dopo un ottimo start, il friulano ha perso terreno nei confronti dei rivali più esperti di lui solo nelle ultime tornate. Tra gli junior, invece, nono posto per il primo anno Ettore Fabbro e quindicesima piazza per Giacomo Serangeli.

Oggi a Salvirola, oltre al successo di Viezzi, il team ha visto Carlotta Borello sfiorare il podio, con la piemontese superata allo sprint per la terza piazza dalla francese Marlene Petitgirard. L’azzurra si è comunque confermata la migliore U23, precedendo Lucia Bramati, quinta, e la compagna di squadra Alice Papo, sesta assoluta. Nella prova delle junior, nona piazza per Martina Montagner, con Giulia Zambelli dodicesima. Piazzamento in top 10 nella prova degli Open anche per Tommaso Cafueri, decimo, mentre Tommaso Tabotta ha tagliato il traguardo in quindicesima posizione. Tra gli juniores, detto del successo di Viezzi, c’è da sottolineare i piazzamenti dei primi anno Ettore Fabbro (12°) e Giacomo Serangeli (18°) e rallentato da una foratura.

Programma inverso invece per le categorie giovanili, impegnate sabato al GP Cicli Francesconi di Salvirola e domenica a Brugherio. In provincia di Cremona le giovani leve dirette da Maurizio Tabotta hanno fatto incetta di podi, permettendo alla DP66 di aggiudicarsi il trofeo come migliore società. Merito dei successi degli allievi Gregorio Acquaviva (classe 2008), Carlotta Petris (classe 2008) e Ambra Savorgnano (classe 2009), senza dimenticare la piazza d’onore di Camilla Murro, che è arrivata in parata al traguardo con Carlotta Petris, il terzo posto di Sara Peruta e il quinto di Nicola Cerame.

Domenica a Brugherio, sullo stesso tracciato che ha visto correre gli atleti delle categorie internazionali, è arrivato invece l’ottava piazza dell’allievo Gregorio Acquaviva; nella stessa prova 14° posizione per Nicola Cerame, 24° per Lorenzo Scocciolini e 40° per Nicholas Murro. Piazzamento in top 10 anche in campo femminile, per merito di Ambra Savorgnano, nona al traguardo e terza tra le atlete classe 2009. Di qualche secondo alle sue spalle Carlotta Petris, 12°, e Camilla Murro, 13°. Tra gli esordienti, invece, bella rimonta per Luca Montagner, capace di risalire il gruppo e chiudere in 11° posizione. (Foto di Flaviano Ossola)

Ufficio stampa DP66 Giant SMP

Comments are closed.