Valcar – Travel & Service: Federica Venturelli vince il titolo tricolore

Pubblicato 1 Luglio 2023 | Strada

Vincere da favoriti non è mai facile e ancora una volta Federica Venturelli conferma di essere un’autentica campionessa, andando a conquistare il Campionato Italiano su strada donne junior a Pieve del Grappa. Una vittoria sofferta, complicata, ma – tutto sommato – meritata, ottenuta grazie ad uno sprint a tre nel quale Federica è riuscita a spuntarla su una altrettanto spettacolare Eleonora La Bella, seconda e, dopo oggi, sempre più altro astro nascente del ciclismo femminile italiano; al terzo posto invece una generosissima Irene Cagnazzo, una vera combattente che ha corso un ottimo finale di gara. Sesta Lucia Brillante Romeo, altra atleta della Valcar – Travel & Service protagonista di una bella fuga, molto buona anche la prova di Aurora Cappelletti, a lungo con le migliori.

Un gara anomala, incerta, che negli ultimi 10 Km è diventata semplicemente emozionante. Il percorso disegnato dagli organizzatori della società ciclistica F.W.R. Baron è perfetto per un campionato italiano: un continuo saliscendi che ha messo a dura prova le gambe delle junior al via. A metà gara la Valcar – Travel & Service si fa vedere con la coraggiosa Lucia Brillante Romeo che va all’attacco in solitaria guadagnando circa mezzo minuto su un gruppo che non reagisce. Dopo un giro completo in solitudine Lucia viene raggiunta da Sara Lucconi che dà nuovo slancio all’azione. Le due fuggitive mantengono un buon vantaggio sul gruppo che non trova un accordo e manda le due atlete al comando a 45 secondi. Ma tutto cambia nella salita del penultimo passaggio dei cinque giri previsti: Eleonora La Bella apre il gas e impressiona per la facilità di pedalata che mette alla corda tutto il gruppo delle migliori. Le due fuggitive vengono risucchiate, Federica Venturelli perde contatto dalle migliori, ma dopo lo scollinamento le atlete in testa non hanno il coraggio di insistere e di attaccare una Venturelli in difficoltà che rientra così dopo qualche minuto, scuotendo il capo e toccandosi le cosce.

Tutto viene così rimandato nel finale di gara. Al comando rimangono una quindicina di atlete. Eleonora La Bella scatta ancora e fa il vuoto, Federica Venturelli stringe i denti e prova a rispondere salendo del proprio passo, tenendo la fuggitiva a una ventina di metri. Sulle due rientra anche Irene Cagnazzo che si gioca il tutto per tutto lanciando la volata. A ruota La Bella insegue, mentre Venturelli fa partire il proprio sprint dalla terza posizione a 150 metri andando a vincere nettamente. Per la Valcar – Travel & Service è un successo importantissimo perché questa squadra ha dimostrato ancora una volta la propria qualità nel crescere e gestire i migliori talenti italiani; quella di Federica Venturelli è infatti la terza vittoria di campionato italiano donne junior dopo quelli ottenuti in passato da Elisa Balsamo e Corinna Defilé.

“Devo ringraziare le mie compagne di squadra, soprattutto Lucia Brillante perché grazie alla sua fuga sono riuscita a stare a ruota nella parte centrale della gara – spiega la neo campionessa italiana Federica Venturelli – questa gara è stata molto dura, c’erano molte avversarie tutte allo stesso livello, è stato difficile riuscire ad impormi nello sprint a tre, però ce l’ho fatta ed è stata una grande soddisfazione. Il percorso era molto duro: anche se non c’erano salite impegnative, c’era un grande dislivello e quindi mi aspettavo una selezione sin dal primo giro. Oggi ho sofferto molto sin dai primi Km, però ho cercato di pensare al fatto che questo era un appuntamento importante della stagione e non potevo mancarlo. Sono riuscita a soffrire, a stare con le prime e poi all’ultimo giro mi sono detta che non potevo mancare questo risultato e sono riuscita a vincere lo sprint a tre. La dedica va alla squadra, perché tutti mi hanno dato fiducia nonostante non fossi al top della forma, dandomi sostegno e supporto”. (Foto di Photobici Cailotto, tratta da Comunicato Stampa)

Valerio Villa – Ufficio Stampa Valcar Travel & Service

Comments are closed.