“Giro Donne U.C.I. WWT”: record di ascolti prima del gran finale in Sardegna

Pubblicato 8 Luglio 2023 | Strada

Il Giro Donne sta affrontando il giorno di riposo prima delle ultime due frazioni in Sardegna. Dopo una partenza sfortunata, causa mal tempo, la corsa rosa ha letteralmente regalato emozioni al numeroso pubblico presente. Dalla Toscana alla Liguria, passando per Emilia Romagna e Piemonte, ogni giorno tanti tifosi si sono riversati sulle strade per applaudire le atlete. Fin dalla prima giornata è andato in scena lo show di Annemiek Van Vleuten (Movistar Team) che, con la vittoria a Marradi, ha immediatamente indossato la maglia rosa e messo un bel margine nei confronti delle avversarie. A Modena, unica volata del Giro Donne, ha vinto la campionessa europea Lorena Wiebes (Team Sd Worx) , mentre la quarta tappa da Fidenza a Borgo Val di Taro il pubblico ha applaudito la campionessa italiana Elisa Longo Borghini (Lidl Trek) . Nella tappa regina da Salassa a Ceres la migliore è stata Antonia Niedermaier (Canyon Sram) mentre la campionessa italiana ha dovuto ritirarsi a causa di una caduta. Sorte simile è toccata il giorno successivo anche alla Niedermaier che è stata costretta a salutare il Giro in seguito ad un incidente in corsa. Le ultime due giornate di gara a Canelli e poi da Albenga ad Alassio sono state totalmente dominate da Annemiek Van Vleuten che guida la classifica generale con oltre 3 minuti di vantaggio su Juliette Labous (team Dsm Firmenich)

Il successo dell’edizione di quest’anno si misura soprattutto nei numeri portati dalle dirette televisive. Lo share delle dirette rai è cresciuto tappa dopo tappa in maniera esponenziale e ieri in occasione della settima tappa su Rai Due si è registrato uno straordinario 6,5% di media con circa 670.000 persone sintonizzate in tutta Italia. A questo numero si sommano anche i numerosi spettatori che seguono la corsa in streaming grazie ai canali del gruppo Discovery. Si tratta di un dato impressionante per la manifestazione by Starlight Asd che ha letteralmente frantumato i record della passata edizione. Grazie alla piattaforma GCN+ la corsa è visibile in oltre 207 paesi in tutto il mondo e anche in numerose lingue quali italiano inglese, francese, tedesco, spagnolo, olandese, polacco, rumeno, greco, ceco, serbo, bulgaro, turco, portoghese. Domani il Giro Donne riparte da Nuoro per l’ottava e penultima tappa, si pedalerà per 125,7 chilometri fino a Sassari. E’ previsto un tracciato di 125,7 km che potrebbe nascondere numerose insidie come il finale in leggera salita. (Foto di Flaviano Ossola)

Giorgia Monguzzi – Ufficio Stampa Giro Donne

Comments are closed.