“Trofeo Binda U.C.I. WWT”: presentata ufficialmente l’edizione 2023

Pubblicato 20 Febbraio 2023 | Strada

“Saranno due corse d’eccellenza in un territorio di grande bellezza e varietà che si offre al turismo mondiale”. E’ quanto è emerso chiaramente ieri sera, nel corso della presentazione del ventiquattresimo trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – trofeo Almar, gara del calendario World Tour donne elite e del decimo Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano, appuntamento della Coppa delle Nazioni donne junior in programma domenica 19 marzo con partenza da Maccagno con Pino e Veddasca e arrivo a Cittiglio, tutto in provincia di Varese. Un coro unanime da parte dei rappresentanti delle Istituzioni ad iniziare da Fabio Passera, sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca: “Per noi è la prima volta che ospitiamo il trofeo Binda e ne siamo molto orgogliosi. Un progetto nato per iniziativa di Marco Magrini, neo presidente della Provincia di Varese, e di Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion con il quale c’è stato subito accordo. Abbiamo un territorio bellissimo che va valorizzato e fatto conoscere con il concorso di tutti i sindaci di questa nostra area così ricca di valli e paesini e il lago Maggiore, principale richiamo turistico. Dobbiamo lavorare tutti con lo stesso, comune obiettivo”.

“Maccagno con Pino e Veddasca è stata una scoperta anche per me – ha confessato Mario Minervino – Ringrazio tutti i sindaci che sostengono le nostre corse che richiedono sempre grande impegno che possiamo sostenere perché posso contare su tanti, bravissimi collaboratori con i quali cresceremo ancora. La Cycling Sport Promotion, dopo il periodo della pandemia, è tornata ad organizzare le manifestazioni collaterali: il progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza” a Cittiglio, Gemonio e Besozzo con più di 200 bambini coinvolti, abbiamo aderito al progetto “UCI Climate Action Charter” e quest’anno lungo il percorso ci saranno più aree destinate alla raccolta dei rifiuti e nascerà una nuova area verde a cura dell’Amministrazione Comunale e dei bambini di Cittiglio. Infine il nostro sponsor “Almar” sta lavorando per presentare un prodotto dedicato al risparmio energetico. Ringrazio la Comunità Montana Valli del Verbano, i sindaci, gli sponsor, i volontari e le forze dell’ordine e annuncio la nascita di un nuovo premio che sarà consegnato alla prima italiana al traguardo da tutti i sindaci del percorso. Tutti insieme”.

Un saluto ed un augurio in diretta sono arrivati dall’On. Ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti e da Emanuele Monti, neo consigliere di Regione Lombardia. “Cittiglio è un paese di ciclismo, non solo per dato i natali al campionissimo Alfredo Binda – ha sottolineato Rossella Magnani, sindaco di Cittiglio – L’amore per questa gara è molto grande e lo testimonia la presenza qui stasera di tutti i sindaci passati. Le riprese della RAI consentono di mostrare tutto il territorio e ne siamo molto felici. Dal punto di vista sportivo spero in un risultato simile a quello dello scorso anno con le italiane sul podio”. “Questa è una delle corse di ciclismo più importanti in Italia ed io da presidente della Comunità Montana sostenni subito la richiesta della Cycling Sport Promotion – ha dichiarato Marco Magrini, neo presidente della provincia di Varese. – Il percorso è molto bello che rende merito al nostro territorio, ricco di tanto opportunità per il turismo. E’ stata proprio una bella idea scegliere Maccagno con Pino e Veddasca come nuova località di partenza. Il ciclismo e questa gara danno dei segnali importanti al territorio e segnano i progressi che si fanno. Il ciclismo è una fonte del turismo importante. Sta a noi amministratori dare dei servizi all’altezza”.

Franco Vitella, consigliere per il settore Turismo della Camera di Commercio Varese, ha sottolineato l’opportunità turistica: il trofeo Binda porterà in provincia di Varese circa 1200 persone ed interesserà circa venti strutture del territorio: “Dobbiamo rilanciare il varesotto e il ciclismo ha proprio questa funzione. Varese Sport Commission crede nello sport come viatico turistico. Questa gara è nata nel 1974 e l’anno prossimo saranno 50 anni da festeggiare in modo adeguato” Paolo Sangalli, CT della nazionale si è augurato che le italiane possano ripetere il risultato dello scorso anno mentre l’avv Cesare di Cintio, commissario della Lega Ciclismo: “Stiamo cercando di dare una veste diversa alla Lega e siamo impegnati nella commercializzare dei diritti televisivi su ogni tipo di piattaforma così da interessare tutti gli appassionati, a cominciare dai giovani. Oggi il top femminile è in Italia. Stiamo pensando di riunire gli organizzatori di gare femminili e scrivere programmi per il lungo periodo”.

Stefano Pedrinazzi, presidente della FCI Lombardia: “Porto il saluto di Cordiano Dagnoni, nostro Presidente. In Italia ci sono solo due la gare inserite nel World Tour e dobbiamo riconoscere i meriti di Mario Minervino che ha sempre grande attenzione al tema della sicurezza”. Gli ha fatto eco Massimo Rossetti, presidente del Comitato Provinciale FCI di Varese: “Nonostante le difficoltà Mario Minervino riesce ad allestire sempre manifestazioni di altissimo livello. La CSP quest’anno nel programma ha inserito anche una gara esordienti ed una gara allieve. Bravo Minervino che anno riesce ad aggiungere sempre qualcosa”. Silvia Persico (UAE Team ADQ), settima al traguardo nel 2022, ha portato il punto di vista delle atlete: “Il trofeo Binda si rivela una gara sempre dura, quest’anno ancora di più. Spero di fare ancora meglio dell’anno scorso”. Marco Bragazzi, comandante della Polstrada di Varese ha sottolineato l’aspetto della sicurezza: “Non è facile organizzare una gara così importante; il ciclismo comporta un enorme impegno. Noi forze dell’ordine abbiamo il dovere di guardare alla sicurezza delle atlete e per questo chiediamo un piccolo sacrificio alla popolazione del circuito finale che sarà chiuso al traffico automobilistico”.

Il percorso di gara

La partenza del ventiquattresimo “trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – trofeo Almar” (Uci Women’s World Tour) e del decimo “Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano” (Uci Nations’ Cup Women Junior) avverrà a Maccagno con Pino e Veddasca (VA). Entrambe le competizioni si concluderanno a Cittiglio, lungo la leggera salita di via Valcuvia. La gara elite avrà uno sviluppo complessivo di 139 chilometri mentre la gara junior si svilupperà su un tracciato complessivo di km 74. Il percorso di gara del “trofeo Alfredo Binda” è idealmente diviso in due diversi tratti. Da Maccagno con Pino e Veddasca si raggiunge Luino, Germignaga, Porto Valtravaglia, Castelveccana, Brezzo, Germignaga, Brissago Valtravaglia, Mesenzano, Rancio Valcuvia, Masciago Primo, Bedero Valvuvia e Rancio Valcuvia, le salite di Brinzio e orino, quindi Azzio, Gemonio, Besozzo, Olginasio, Gavirate, Cocquio Trevisago, Caldana, Orino, Azzio, Gemonio e Cittiglio per il circuito finale, da ripetere quattro volte, per Brenta, Casalzuigno, Casale, Cuveglio, Cuvio, Orino, Azzio, Gemonio e Cittiglio.

GPM a Masciago Primo, Casale, Orino. Traguardo Sprint a Brissago Valtravaglia, Olginasio, Cuvio, Cuveglio. Rispetto al passato nel percorso è stata inserita la salita di Masciago Primo. Dunque il trofeo Binda 2023 risulta leggermente più impegnativo. Da Maccagno con Pino e Veddasca il percorso di gara del “Piccolo trofeo Binda” prevede l’attraversamento di Luino, Germignaga, Brissago Valtravaglia, Mesenzana, Rancio Valcuvia, Civeglio, Comacchio, Azzio, Gemonio e Cittiglio per iniziare il circuito (da ripetere due volte) poi un giro identico a quello delle atlete elite. GPM a Azzio, Casale, Orino. Partenza della gara junior; ore 8.25. Arrivo previsto: poco dopo le ore 10.00. Partenza della gara elite: ore 12.10. Arrivo previsto dopo le ore 15.45. Tra l’arrivo della gara junior ed il primo passaggio della gara elite passano circa tre ore che quest’anno saranno impegnate in due gare giovanili (allieve ed esordienti) grazie al coordinamento di Lucia Trevisan e del Club Ciclistico Canturino.

La sicurezza di tutti

Per garantire la sicurezza al pubblico ed alle atlete in gara la Conferenza dei Servizi ha deliberato la completa chiusura del traffico automobilistico lungo il circuito finale della gara elite. Dunque, dalle ore 13.30 alle ore 16.00 il circuito che comprende: Cittiglio, Brenta, Casalzuigno, Cuveglio, Cuvio, Azzio, Orino e Gemonio sarà completamente chiuso al traffico automobilistico. (Foto di Flaviano Ossola)

Livio Iacovella – Ufficio Stampa Cycling Sport Promotion

Comments are closed.