“Giro d’Italia Ciclocross”: grande festa rosa a Sant’Elpidio a Mare (FM)

Pubblicato 17 Ottobre 2022 | Ciclocross / MTB

Far mangiare la polvere agli avversari. Da proverbio popolare a dato di fatto. A Sant’Elpidio a Mare è stata quest’oggi la polvere dei terreni di fresca aratura l’inatteso rivale ambientale dei crossisti impegnati nella terza tappa del GIC. Si temeva il fango sull’argilloso tracciato disegnato nella borgata “Luce” e invece il caldo di questi giorni ha seccato il campo gara al punto che, nonostante le pendenze impegnative, i tempi sul giro sono risultati velocissimi e chi andava in fuga poteva godere del nascondimento offerto da una generosa nube di pulviscolo. Percorso ostico, quello tracciato da Lanfranco Passerini, Pasquale Parmegiani (ASD Romano Scotti) e i collaboratori locali reso ancora più difficile dal forte sole, inatteso per l’autunno ormai avanzato.

Atmosfera di festa, dunque, in casa della O.P. Bike, per il giro di boa della Corsa Rosa, ritornato nelle Marche per l’ultimo dei tre appuntamenti consecutivi prima di tirare il fiato per due settimane. Tutta nel segno del tre, il numero perfetto, la palpabile la soddisfazione del Comitato Organizzatore dell’ASD Romano Scotti, che per il terzo anno consecutivo ha dato piena fiducia alla famiglia Offidani e alla famiglia Romanelli, per concretizzare un sogno partito dalla riqualificazione di un campo di periferia e cresciuto man mano con la carica e la spinta che solo la grande famiglia del Giro d’Italia Ciclocross sa dare. Una infinita fila di colori provenienti da tutta Italia, con la menzione speciale per gli equipaggi giunti dalle isole maggiori: Sicilia e Sardegna. Un gran bel viaggio per prendere parte all’irrinunciabile festa del Giro d’Italia Ciclocross.

Con 650 atleti di tutte le discipline, impreziosite dalla presenza dei giovanissimi della promozionale, si è ricordato Tommaso Romanelli, un grande uomo di sport e amante della bicicletta che ha lasciato un’impronta ancora tangibile in queste terre e nei cuori degli appassionati. Felicità piena in casa O.P. Bike al termine di una giornata impegnativa ma in grado di regalare emozioni indelebili: «Grazie RBM di Luigi Renzi e Romanelli Rottami. Tutto questo è per Tommaso – saluta Stefano Offidani, presidente del Comitato di Tappa – Con il grande supporto dell’esperta e rodata squadra dell’ASD Romano Scotti abbiamo le carte in regola per sognare sempre più in grande». Festa ancora più grande per il ritorno in gara del grande Daniele Peschi, portacolori della speciale categoria promozionale ID-3. Per lui una meritatissima maglia rosa-verde. E per la Romano Scotti non è l’unico motivo per gioire: nella serata della vigilia, infatti, con lo storico promotore Massimo Folcarelli si è deciso di interrompere l’anno sabbatico del Lazio Cross Trofeo Romano Scotti e di allestire la stagione 2022/2023. La prima tappa del challenge laziale coinciderà con il quinto appuntamento del Giro d’Italia Ciclocross, l’attesissima new entry di Ovindoli (AQ) prevista per il 13 novembre in terra abruzzese.

Un sorridente Fausto Scotti è stato avvistato a fine tappa per un lusinghiero bilancio: «Numeri importanti al giro di boa, tre organizzazioni ben consolidate. Qui c’è un rapporto di famiglia e di stretta collaborazione. Anche oggi è stata una bellissima manifestazione. Tanti numeri importanti, siamo felicissimi del movimento giovanile impressionante e dei tanti gioiellini che stanno crescendo, sperando che la disciplina della strada non li porti via, come spesso accade. Grazie agli organizzatori che ci sostengono, speriamo che a Follonica sia una giornata di sole, ma con magari un po’ d’acqua il giorno prima, per cominciar a trovare percorsi più da ciclocross. Il13 novembre ci sposteremo n Abruzzo, in alta quota e si spera che lì le condizioni meteo saranno a favore di spettacolo. Il percorso sara adatto alla specialità. A Ferentino invece ci sarà in seguito il Lazio Cross di patron Massimo Folcarelli, in altra data. Massimo è un fratello acquisito e siamo onorati che lui abbia portato avanti l nome di nostro padre. Abbiam parlato e dopo 8 anni non si poteva fermare il circuito di riferimento del centro sud. Lui ha uno staff meraviglioso e gli saremo vicini sempre. Sarà la ciliegina per tutta la specialità del ciclocross nel panorama italiano».

Il dettaglio delle gare di giornata

Seppur in misura minore rispetto ad Osoppo, anche la tappa di Sant’Elpidio a Mare ha portato numerosi stravolgimenti in classifica generale, a testimonianza di un Giro d’Italia Ciclocross mai scontato e sempre foriero di divertimento ed elevato spessore tecnico. A far la voce grossa sono stati senz’ombra di dubbio gli alfieri del marchigiano Team Cingolani, che sulle argille di casa mettono a segno i due compi più ambiti, il binomio tappa-maglia rosa sia con le donne open (Rebecca Gariboldi) sia con gli uomini open (Marco Pavan). Il che, unitamente all’ormai consueto arrivo in parata dei più piccoli di casa, i gemelli Cingolani, proietta il team in cima alla classifica generale a squadre (478 punti), staccando nettamente la Guerciotti Development (357) e la Sorgente Pradipozzo (336). Altra nota agonistica della giornata è sicuramente la splendente maglia bianca di Nelia Kabetaj. La ragazza toscana in forze al team Zhiraf Guerciotti, autrice di una prova superlativa tra le donne open. Il suo quarto posto assoluto (migliore delle junior) è un monumento alla tenacia e alla voglia di emergere: la maglia bianca.

Uomini Open (EL+U23)
1° Pavan Marco (Team Cingolani) – maglia rosa
2° Ferri Tommaso (Asd Gs Sorgente Pradipozzo)
3° Paletti Luca (Team Ciclistico Paletti)
Il vincitore e neo maglia rosa Marco Pavan a caldo ha dichiarato: «Sono reduce dalle scorse edizioni in maglia bianca, oggi per un punto ho vestito la maglia rosa. È una grande emozione, oggi è stata una grandissima gara, combattuta dall’inizio al punto da richiedere una forte azione personale per tenere a bada gli avversari. Ci tenevo moltissimo visto che siamo in terra marchigiana, la terra di Cingolani. Oggi si festeggia una vittoria triplice con Rebecca e con i gemelli e poi domani è anche il mio compleanno. Quale miglior regalo anticipato? Ora difenderò la rosa a Follonica e poi vedremo come andrà la classifica. Ci aspettano delle gare sia in Italia che all’estero e affrontarle con il rosa nel cuore è una grande carica in più».

Donne Open (DE+DU+DJ)
1^ Gariboldi Rebecca (Team Cingolani) – maglia rosa
2^ Papo Alice (Asd Dp66 Giant Smp)
3^ Costantini Romina (Asd Gs Sorgente Pradipozzo)
Radiosa la maglia rosa Rebecca Gariboldi: «Il vento di Osoppo mi aveva un po’ tirata giù in settimana, ma oggi ho vinto in casa marchigiana del mio team Cicli Cingolani. Sono felicissima di vestire nuovamente il rosa». Italia e Albania in festa per la straordinaria prestazione di Nelia Kabetaj, che con queste parole racconta la sua gara che oltre il 4° posto assoluto le è valso la maglia bianca di miglior giovane: «Mi sono allenata, mi aspettavo di far bene. Sentivo di avere una condizione in crescita. Ora questa maglia tanto desiderata dovrò difenderla. Il percorso di oggi non era tra i miei preferiti, ma bisognava saper spingere. La maglia bianca è per i miei genitori, per tutte le persone che mi sono state accanto specialmente durante il difficile anno scorso. Significa tanto per me e per la mia famiglia». (Foto di Lisa Paletti)

Juniores
1° Pra’ Ettore (Hellas Monteforte)
2° Stenico Mattia (Asd Gs Sorgente Pradipozzo) – maglia rosa
3° Sacchet Stefano (Asd Gs Sorgente Pradipozzo)
Gara tiratissima e condizionata dai colpi di scena, come la caduta al secondo giro della maglia rosa Tommaso Bosio, nella rampa dopo il traguardo. Grande forcing di Ettore Pra, che per tutta la gara ha tenuto a distanza di sicurezza il duo della Sorgente. Ettore Prà, finalmente con le braccia al cielo, ha così commentato: «Gara tiratissima e molto lunga. Sarebbe bastato un attimo per far saltare il banco. Sono felicissimo perchè finalmente la stagione si è sbloccata. Ci speravo tanto. E sono sicuro di poter crescere tanto, a partire da questa vittoria che dedico al mio allenatore e al mio preparatore, che mi hanno dato tanta fiducia quando le ruote non giravano».

Allievi Uomini 1° anno
1° Deon Pietro (Soc. Sport.Sanfiorese) – maglia bianca
2° Grigolini Filippo (Jam’S Bike Team Buja)
3° Cascione Raffaele (A.S.D. Avis Bike Ruvo)
Fa festa la neo maglia rosa Pietro Deon: «La mia stagione è iniziata in sordina e in crescendo. Oggi con Filippo siamo sati uno alla ruota dell’altro sino all’ultimo rettilineo, quando ho capito di dovere e potere anticipare. Ho dato tutto e faccio i complimenti a Filippo, che è stato di grande aiuto. Siamo andati via insieme dal primo giro, con ottimo accordo. Non sono sicuro di essere ancora al massimo, ma le gambe girano e man mano raggiungerò i miei obiettivi».

Allievi Uomini 2° anno
1° Proietti Gagliardoni Mattia (Asd U.C.Foligno) – maglia rosa-verde
2° Da Rios Riccardo (Soc. Sport.Sanfiorese)
3° Fabbro Ettore (Jam’S Bike Team Buja)
Felice ma stremato l’umbro Mattia Gagliardoni Proietti: «Arrivavo da due secondi posti, anche se a Osoppo sono riuscito a prendere la maglia. Era un grande desiderio riuscire ad alzare le braccia al cielo. La prima vittoria di una stagione che sarà lunghissima è per la squadra, la famiglia e i miei DS»

Donne Allieve
1^ Ferri Elisa (Asd Gs Sorgente Pradipozzo) – maglia rosa-verde
2^ Rizzi Sabrina (Jam’S Bike Team Buja)
3^ Coluccini Angelica (G.S. Mosole)
Elisa Ferri ha commentato così la sua vittoria, che le restituisce il simbolo del primato: «É stata un’avversaria difficile da battere perchè andava davvero forte. Ho provato a starle dietro ma è stata davvero complessa. Oggi ho scoperto un’avversaria stratosferica, bravissima a gestire la gara».

Esordienti Uomini
1° Cingolani Filippo (Team Cingolani)
2° Cingolani Tommaso (Team Cingolani) – maglia rosa-verde
3° Martini Matteo (G.S. Mosole)
Storia a parti invertite in casa Cingolani. Questa volta è Filippo, indossando il tricolore, a precedere di pochi centimetri il fratello. Ma il copione della gara non è cambiato dalle scorse tappe: «Percorso durissimo, ma anche bello. Soprattutto in salita e con tutta questa polvere. É una vittoria per tutto il team e, quindi, per la mia famiglia».

Donne Esordienti
1^ Savorgnano Ambra (Libertas Ceresetto) – maglia rosa-verde
2^ Sambi Jolanda (Calderara Stm Riduttori)
3^ Ferrante Maya (Asd Gs Sorgente Pradipozzo)
Ambra Savorgnano così ha festeggiato: «Oggi non ho avuto avversarie. La gara è stata dura, le salite le sento ancora tutte nelle gambe, ma è stata bella. Consolido una bellissima maglia rosa, che sono felicissima di indossare e difendere».

Tutte le maglie del Giro d’Italia Ciclocross

Di seguito è riportato l’elenco degli attuali detentori del simbolo del primato, con il link alla classifica estesa. Tutte le società che desiderino personalizzare la maglia di leader devono attenersi alle disposizioni indicate nella Guida Tecnica, seguire i layout dell’official supplier QRED e inserire i loghi ufficiali del Giro d’Italia Ciclocross. Tutto ciò è sempre disponibile su www.ciclocrossroma.it/ gic-2022-2023

CATEGORIE INTERNAZIONALI
– Juniores Uomini – maglia rosa: Mattia Stenico (GS Sorgente Pradipozzo)
– Donne Open – maglia rosa: Rebecca Gariboldi (Team Cingolani) – maglia bianca: Nelia Kabetaj (Zhiraf Guerciotti)
– Uomini Open – maglia rosa: Marco Pavan (Team Cingolani) – maglia bianca: Ettore Loconsolo (Selle Italia Guerciotti Elite)

CATEGORIE GIOVANILI
– Allievi uomini 2° anno – maglia rosa-verde: Mattia Gagliardoni Proietti (UC Foligno)
– Allievi uomini 1° anno – maglia bianca: Pietro Deon (S. S. Sanfiorese)
– Donne Allieve – maglia rosa-verde: Elisa Ferri (GS Sorgente Pradipozzo)
– Esordienti uomini – maglia rosa-verde: Tommaso Cingolani (Team Cingolani)
– Donne Esordienti – maglia rosa-verde: Ambra Savorgnano (Libertas Ceresetto)
– Speciale ID-2/ID-3 – maglia rosa-verde: Daniele Peschi (Team Bike Terenzi)

Ufficio Stampa A.S.D. Romano Scotti

Comments are closed.