DP66 Giant – SMP: pioggia di podi sugli sterrati di Italia e Spagna

Pubblicato 16 Ottobre 2022 | Ciclocross / MTB

Dopo le buone prove ottenute in Repubblica Ceca e al Giro d’Italia, sui sentieri di San Canzian d’Isonzo arriva la prima vittoria tra le Elite di Lisa Canciani, che si è imposta nella seconda prova del 43° Triveneto Ciclocross. Una vittoria importante, non solo perché è la prima ottenuta dall’atleta classe 2004 della DP66 Giant SMP, ma perché ottenuta precedendo due atlete forti come Lucrezia Braida e Beatrice Fontana. Il successo della ragazza al primo anno tra le Under 23 è stato solo uno dei tanti risultati ottenuti dalla squadra tra la Spagna (dove hanno corso gli azzurri Carlotta Borello, Tommaso Bergagna e Tommaso Cafueri), Salvirola e, appunto, San Canzian d’Isonzo. In provincia di Gorizia, la DP66 Giant SMP ha visto salire sul podio anche Gaia Santin, seconda tra le junior, e Tommaso Tabotta, che ha chiuso terzo tra gli Open perdendo la volata per la piazza d’onore. Nella stessa gara, quarta piazza per Manuel Casasola, mentre l’esordiente Filippo Simonitto ha tagliato il traguardo in 24° posizione. Podio anche per l’amatore Thomas Felice, preceduto solo dal campione italiano Carmine del Riccio.

GIRO D’ITALIA – La terza tappa del Giro d’Italia Ciclocross ha regalato due podi anche all’Under 23 Alice Papo, preceduta dalla sola Rebecca Gariboldi e ora seconda nella classifica generale, e l’amatore Marco Del Missier, secondo ma sempre leader tra gli Amatori Fascia 1. Quarto posto amaro per l’allieva Martina Montagner, caduta mentre comandava la gara, con la primo anno Camilla Murro settima e seconda tra le ragazze classe 2008. Prosegue invece la crescita di Vittorio Carrer, nono nella prova degli Open (e sesto tra gli Under 23).

CIRCUITO LOMBARDIA – Anche in provincia di Cremona, sede della prova nazionale denominata GP Cicli Francesconi, si è vista una maglia della DP66 sul podio. Il merito è dello junior Stefano Viezzi, secondo dopo una gara in rimonta che lo aveva visto scivolare nei primi giri in 18° posizione. «Volevamo testare la condizione di Stefano in una gara nazionale, visto che le sue prime prove tra gli junior erano state incoraggianti», ha spiegato Achille Santin, che ha seguito la squadra al Trofeo Triveneto. «Direi che la risposta del ragazzo è stata ancora una volta positiva». Anche l’allievo Gregorio Acquaviva ha dovuto fare gli straordinari per recuperare posizioni, dopo essere stato chiuso alla partenza da una caduta. Alla fine il piemontese ha chiuso al quarto posto.

PROTAGONISTI IN AZZURRO – Ottime indicazioni arrivano dalla Spagna, dove lo junior Tommaso Cafueri e gli Under 23 Tommaso Bergagna e Carlotta Borello sono stati impegnati con la nazionale in due gare di classe C2. Confermando l’ottimo momento di forma, Tommaso Bergagna ha centrato il suo primo podio internazionale al 3° Ciclocross Internacional con Da Romaiña-concello de Sanxenxo, chiudendo quinto assoluto e terzo Under 23. Ennesima conferma quella del ragazzo di Buja, già settimo sabato al Concello de Ribadumia. Sabato a gioire era invece stata Carlotta Borello, terza assoluta e migliore Under a Ribadumia. Domenica la piemontese invece ha chiuso la sua prova in nona posizione, terza nella sua categoria. Prestazioni di livello anche quelle dello junior Tommaso Cafueri, primo sabato al Ciclocross Internacional Concello de Ribadumia e secondo domenica al 3° Ciclocross Internacional con Da Romaiña-concello de Sanxenxo. (Foto di Lisa Paletti)

Ufficio stampa DP66 Giant SMP

Comments are closed.