“Giro d’Onore”: l’edizione 2021 e’ fissata per martedi’ 21 dicembre a Roma

Pubblicato 17 Dicembre 2021 | Notizie varie

Il giro d’onore è uno dei momenti più toccanti del ciclismo, quando tensione e adrenalina lasciano spazio alle emozioni, ai sorrisi e ai festeggiamenti. È il modo più immediato, semplice e sobrio per rendere omaggio a chi ha lavorato duramente, mostrato coraggio e abnegazione, fatica e talento, orgoglio e umiltà, cuore e testa. Torna – dopo un anno di sosta – il Giro d’Onore, la festa della Federazione Ciclistica Italiana, che il 21 dicembre si ritroverà nella splendida location di Spazio 900 (Roma) per premiare i propri campioni, ricordarne le imprese, esaltarne gli aspetti umani. Torna nell’anno memorabile dello sport italiano, delle 97 medaglie vinte dal ciclismo (un record!) e dello stupendo titolo olimpico dell’inseguimento a squadre, uno dei momenti più esaltanti per tutto lo sport italiano.

Un 2021 che verrà ricordato a lungo, e che rivivremo attraverso contributi video e le parole dei protagonisti che sfileranno in questa grande festa di sport: dalle 13 maglie iridate della Nazionale paraciclismo ai grandi successi su pista, passando anche per la vittoria di Sonny Colbrelli nella Parigi-Roubaix, la storica medaglia d’oro di Marco Radaelli nella BMX, la conferma delle stelle del fuoristrada come Gaia Tormena e gli azzurri della staffetta, i tantissimi inni italiani cantati a squarciagola dai nostri atleti su strada agli Europei di Trento e ai Mondiali in Belgio. Una passerella speciale, in cui sarà anche inaugurata la prima Walk of Fame della Federazione alla presenza delle massime autorità sportive del nostro Paese, tra cui il Sottosegretario allo sport Valentina Vezzali, il prefetto di Roma Matteo Pantedosi, il presidente del CONI Giovanni Malagò, il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il direttore generale dell’UCI Amina Lanaya, il presidente UEC Enrico della Casa, il presidente e AD di Sport e Salute Vito Cozzoli, oltre naturalmente al presidente FCI Cordiano Dagnoni ed il segretario generale Marcello Tolu.

Il Giro d’Onore 2021, rinnovato nel programma, sarà anche un modo per ricordare come il ciclismo ha contribuito alla crescita civile e sociale dell’Italia e come la bicicletta rappresenti la risposta più credibile alle sfide della modernità. Un momento pensato come omaggio alla storia e al valore delle due ruote nel nostro Paese: sarà infatti l’occasione per la consegna dei Collari d’Oro, la massima onorificenza del CONI, a Fausto Coppi, Costante Girardengo, Gastone Nencini e Cipriano Chemello. Fondamentale, per quanto riguarda la ricerca storica, il sostegno del Museo del Ghisallo e del Museo “AcdB” di Alessandria. Cicli Lazzaretti ha collaborato all’allestimento della location. Importante il supporto di Suzuki, main partner della FCI e dell’iniziativa, e un ringraziamento speciale a Castelli, Ploing, Vini Fantini, Campo Marzio, Erreà, Pinarello, Kask e Selfoops, che hanno contribuito alla perfetta riuscita della festa più importante del nostro sport. Stefano Bertolotti e Barbara Pedrotti condurranno un evento che godrà della partecipazione di prestigiosi ospiti del mondo dello spettacolo per una sorpresa di emozioni che il grande pubblico potrà rivivere giovedì 23 dicembre su Eurosport, in prima serata dalle ore 21.00, e sui canali 211 di Sky, Tim Vision, DAZN, Amazon Prima Video Channel, Eurosport Player e Discovery Plus. (Foto di Flaviano Ossola)

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

Comments are closed.