“Giro d’Italia Donne”: a Carugate (MI) sfreccia l’olandese Lorena Wiebes

Pubblicato 6 Luglio 2021 | Strada

Lorena Wiebes (TEAM DSM) conquista la 5^ tappa, da Milano a Carugate, la prima frazione per velociste che segna l’ingresso della corsa internazionale in Lombardia. Dopo 122 km di un tragitto pianeggiante, partito nel cuore di Milano e risolto dopo quattro giri di circuito a Carugate, l’atleta ha tagliato il traguardo per prima imponendosi in una volata davanti a Emma Cecilie Jørgensen (MOVISTAR TEAM WOMEN), seconda e Marianne Vos (JUMBO-VISMA WOMEN TEAM), terza sulla linea di arrivo. Da segnalare il piazzamento di cinque italiane tra le prime dieci: 5^ Marta Bastianelli (ALÉ BTC LJUBLJANA), 6^ Maria Giulia Confalonieri (WNT PRO CYCLING TEAM), 7^ Sofia Bertizzolo (LIV RACING), 8^ Eleonora Camilla Gasparrini (VALCAR – TRAVEL & SERVICE), 9^ Maria Vittoria Sperotto (MONEX WOMEN’S PRO CYCLING TEAM). La dichiarazione della vincitrice di tappa: “Per me è il primo Giro d’Italia Donne e mi piace moltissimo. Oggi la squadra è stata impeccabile in una tappa adatta alle mie caratteristiche. Sono felice di aver rispettato i pronostici che mi davano come favorita. Con la tappa di domani lavoreremo per Coryn Rivera“.
 
Cronistoria della Corsa – L’azione di giornata è a firma di Matilde Vitillo (BEPINK ), raggiunta poi da un gruppetto di inseguitrici, tra cui anche la compagna di squadra Silvia Zanardi, e da Mariia Novolodskaia (A.R. MONEX WOMEN’S PRO CYCLING TEAM), Noemi Lucrezia Eremita (SBT – ISOLMANT – PREMAC – VITTORIA), Giorgia Vettorello (TOP GIRLS FASSA BORTOLO) e Federica Piergiovanni (VALCAR – TRAVEL & SERVICE). Le sei battistrada al comando raggiungono un vantaggio massimo di 2’16” sul gruppo. Quando manca l’ultimo dei quattro giri alla conclusione, nel gruppo che insegue sono molto attive le atlete della Movistar e del Team DSM nel tentativo di riportarsi sulle fuggitive. A meno 20 km all’arrivo, il ritardo del gruppo si riduce a 58″. A 15 km dall’arrivo, si registra il tentativo di Mariia Novolodskaia che la porta ad acquistare tempo e terreno prezioso dalle compagne di fuga (5″). Intanto il gruppo che insegue si avvicina sempre di più.

E’ poi Silvia Zanardi l’autrice di un attacco, non andato a buon fine, per riportarsi sull’atleta della A.R. MONEX WOMEN’S PRO CYCLING TEAM. Una caduta a 7 km dall’arrivo coinvolge una decina di atlete tra cui Silvia Zanardi. Le atlete, senza conseguenze, risalgono in sella. Ai 3.5 km dall’arrivo il gruppo è di nuovo compatto. La tricolore Elisa Longo Borghini (TREK – SEGAFREDO) è alla testa del gruppo mantenendo l’andatura. Sono poi le atlete delle CANYON//SRAM RACING a fare il forcing sulla testa del gruppo e a duellare con il TEAM DSM, pronti entrambi a lanciare le rispettive velociste. Sul traguardo è Lorena Wiebes, portacolori del TEAM DSM ad avere la meglio. Una tappa veloce, corsa alla media di 42.575 km/h realizzati in 2h49’15”.
 
– MAGLIA ROSA / ASG – ATHLETIC SPORTS GROUP (Classifica Generale Individuale a Tempi): Anna van der Breggen  (SDW – TEAM SD WORX)
– MAGLIA CICLAMINO / SELLE SMP (Classifica Generale Individuale a Punti): Anna van der Breggen  (SDW – TEAM SD WORX)
– MAGLIA VERDE / EFFEBIQUATTRO MILANO (Classifica Generale GMP della Montagna): Elise Chabbey  (CANYON//SRAM RACING),
– MAGLIA BIANCA/ FEDEGROUP (Classifica Generale individuale a tempi Giovani): Niamh Fisher-Black (SDW – TEAM SD WORX)
– MAGLIA AZZURRA / GSG (Migliore Italiana della Classifica Generale Individuale a Tempi): Erica Magnaldi (WNT – CERATIZIT – WNT PRO CYCLING TEAM)
 
Domani, mercoledì 7 luglio, la 6^ TAPPA con partenza (alle ore 11:05) e arrivo a COLICO dove il Lago di Como è il protagonista assoluto di questa frazione, la più lunga dell’edizione 2021: un anello di 155 km dai continui saliscendi che costeggia per intero il Lario snodandosi tra acqua e monti nelle province di Como e Lecco. Da Gera Lario, all’interno della Riserva Naturale Pian di Spagna, punto in cui si incontrano il Lago di Como, Valtellina e Valchiavenna, si prosegue verso la sponda comasca del lago, intercettando a Menaggio la famosa Strada Regina, che tocca anche i comuni di Tremezzo, Argegno, Brienno e Cernobbio. Dopo essere entrata in Como, la gara prosegue sulla costa del triangolo lariano e arriva prima a Bellagio, la perla del Lario, e poi a Lecco, per risalire successivamente verso i paesi di Abbadia, Varenna, Bellano e infine Colico, traguardo che chiude la tappa ad anello. (Foto di Flaviano Ossola)

Andrea Grandi – Mongini Comunicazione

Comments are closed.