Ale’ – BTC Ljubljana: il momento magico del ciclismo sloveno

Pubblicato 23 Settembre 2020 | Strada

È un momento magico per il ciclismo in Slovenia. Domenica sugli Champs-Elysèes a Parigi si è celebrato il picco più alto della sua storia: Tadej Pogacar (22 anni ieri), ha vinto il Tour de France ed è salito con la maglia gialla sul gradino più alto del podio. Accanto a lui, secondo, un altro sloveno, Primoz Roglic. I due hanno dominato la scena nell’ultima Grande Boucle portando alla ribalta la grande crescita e l’eccellenza del ciclismo nell’ex repubblica jugoslava. Quello a cui si sta assistendo è il risultato di un continuo e costante processo di crescita per il movimento ciclistico sloveno nel quale si inserisce anche il movimento femminile che ha il suo vertice in Italia, col team WorldTour Alé BTC Ljubljana. Una sinergia Italia-Slovenia nata in questa stagione 2020 e che sta regalando belle soddisfazioni. Sono quattro le atlete slovene del team: Eugenia Bujak, ex campionessa nazionale e di recente ha sfiorato la vittoria al Giro Rosa, Ursa Pintar, campionessa nazionale su strada, Urska Zigart, campionessa slovena a cronometro e medaglia di bronzo nella prova su strada (è anche la fidanzata della maglia gialla Pogacar), e Urska Bravec, medaglia di bronzo al campionato nazionale a cronometro. Atlete che proprio nel team italiano stanno vivendo uno step importante per la loro carriera.

Alessia Piccolo, Presidente del team e CEO di APG S.r.l., ha dichiarato: “Abbiamo conosciuto Tadej grazie alla nostra atleta Urska Zigart e con tutto il team abbiamo fatto il tifo per lui. È la testimonianza dell’alto livello raggiunto dal ciclismo in Slovenia. Per noi non è una novità, lo scorso anno abbiamo stretto questa partnership sportiva con il gruppo BTC Ljubljana per costruire qualcosa di importante insieme e valorizzare al massimo le nostre atlete nell’élite del ciclismo femminile. Degli sloveni ci piace la voglia che hanno di lavorare sodo e proprio questo ci ha spinti ad unirci a loro”.

Maja Oven, Director of Market Communications and Public Department di BTC e Vice presidente di Alé BTC Ljubljana ha aggiunto: “Sono felice per Tadej, lo conosco da quando aveva 9 anni e lo abbiamo visto crescere nel nostro club KD Rog. Come vice presidente sono orgogliosa di far parte di una storia slovena di successo e di poter contribuire anche con il nostro team allo sviluppo del ciclismo in Slovenia, in particolare del ciclismo femminile. È un privilegio poter far parte di questa bellissima storia. La Slovenia si sta ritagliando un ruolo primario sulla mappa del ciclismo mondiale”. (Foto di Flaviano Ossola)

ENGLISH VERSION -In the magic moment of Slovenian cycling there is also the growth of the girls of Alé BTC Ljubljana

It’s a magic moment for cycling in Slovenia. Sunday on the Champs-Elysèes in Paris the highest peak in its history was celebrated: Tadej Pogacar (22 years old yesterday), won the Tour de France and took the yellow jersey to the top step of the podium. Next to him, second, another Slovenian, Primoz Roglic. The two dominated the scene in the last Grande Boucle bringing to the fore the great growth and excellence of cycling in the former Yugoslav Republic. What we are witnessing is the result of a continuous and constant process of growth for the Slovenian cycling movement, which also includes the women’s movement that has its summit in Italy, with the WorldTour Alé BTC Ljubljana team. An Italy-Slovenia synergy that was born in this 2020 season and is giving great satisfaction. There are four Slovenian riders in the team: Eugenia Bujak, former national champion and recently close to winning a stage at the Giro Rosa, Ursa Pintar, national road champion, Urska Zigart, Slovenian time trial champion and bronze medalist in the road race (she is also the Pogacar’s girlfriend), and Urska Bravec, bronze medalist in the national time trial championship. Athletes who are experiencing an important step for their career in the Italian team.

Alessia Piccolo, President of the team and CEO of APG S.r.l., said: “We met Tadej thanks to our rider Urska Zigart and we cheered for him with the whole team. It’s the proof to the high level of cycling in Slovenia. This is nothing new for us, and last year we formed this sports partnership with the BTC Ljubljana group to build something important together and to make the most of our riders in the women’s cycling elite world. We like the fact that Slovenians are willing to work hard and that’s what motivated us to join them”.

Maja Oven, Director of Market Communications and Public Department at BTC and Vice President of Alé BTC Ljubljana added: “I’m happy for Tadej, I have known him since he was 9 years old and we have seen him grow up in our club KD Rog. As vice president I’m proud to be part of a successful Slovenian history and to be able to contribute with our team to the development of cycling in Slovenia, especially women’s cycling. It is a privilege to be part of this beautiful story. Slovenia is firmly anchored on the world cycling map”. (Photo Flaviano Ossola)

Giorgio Torre – Addetto Stampa Alé BTC Ljubljana

Comments are closed.