“Giro della Toscana”: domani tappa decisiva da Lucca a Capannori

Pubblicato 8 Settembre 2018 | Strada

Ultima fatica per le atlete, ultime speranze per chi ha ancora qualche cartuccia da sparare e qualche sogno nel cassetto. E’ con l’insidiosa Lucca-Capannori, infatti, che domani (domenica 9 settembre) si chiude questa edizione del “Toscana”. Saranno 122 i km da percorrere tutti d’un fiato, strisce d’asfalto adatte a chi ancora volesse fare il colpaccio in classifica generale o a chi, semplicemente, volesse salvare la spedizione con una bella vittoria di tappa.

Dopo il via ufficioso da Lucca (alle ore 13:00) e la partenza ufficiale da piazza Aldo Moro a Capannori (fissata per le 13.30)… la gara propone subito delle difficoltà con la salita fino a Segromigno Monte posta dopo soli 11 km dallo start… un aperitivo un po’ meno gustoso del solito. La tabella di marcia prevede che lo strappo debba essere ripetuto altre tre volte prima di entrare in zona rossa, quella che non ammette distrazioni, 30 km finali da correre a tutta birra, centellinando le residue forze per fare la differenza sulle brevi ma difficili ascese verso Valgiano, l’ultima posta ad appena 9mila metri dalla bandiera a scacchi. Traguardo previsto intorno alle 16.00 con premi speciali in ricordo di Davide Savino e dell’operatore Rai Giampaolo Motta.

E come non ricordare l’incredibile Albo d’Oro del “Toscana” che annovera campionesse del calibro delle ex iridate Barbara Heeb (Svi) che vinse nel 1996, Edita Pucinskaite (Lit) nel 1999, Zina Stahurskaia (Bie) nel 2000, Susanne Ljungskog (Sve), prima tre volte 2002, 2003, 2005, Judith Arndt (Ger) graduchessa nel 2008 e 2010, Diana Ziliute (Lit) a lei il Toscana 2009; o come le nostre Imelda Chiappa, Valeria Cappellotto e Noemi Cantele, l’ultima italiana ad aggiudicarsi la manifestazione (nell’ormai lontano 2007). Le ultime due edizioni sono state vinte dalla sudafricana Ashleigh Pasio Moolman (Cervelò Bigla) che, tuttavia, non potrà tentare il record di tre successi consecutivi perché costretta al forfait all’ultimo momento a causa di un attacco influenzale.

Al via si sono presentate 140 atlete (23 squadre, 12 straniere), in rappresentanza di 30 nazioni. Il Giro della Toscana è organizzato dalla società ciclistica “S.C. Michela Fanini” di patron Brunello Fanini. L’intera manifestazione è dedicata all’indimenticabile campionessa lucchese. A questo proposito stamani (sabato) prima della partenza della prima tappa da Segromigno Piano, la carovana ha reso omaggio alla tomba dell’indimenticabile campionessa lucchese. (Foto di Flaviano Ossola)

Maurizio Tintori – Ufficio Stampa Giro della Toscana

Comments are closed.