Trentino Cross – Giant – SMP: Alessia Bulleri di bronzo al Campionato Italiano CX

Pubblicato 6 Gennaio 2018 | Ciclocross / MTB

Il re del campionato italiano juniores di ciclocross di Roma è Filippo Fontana. Cambia la location, ma non il protagonista numero uno. Dopo il titolo tricolore tra gli allievi del secondo anno conquistato nel 2016 a Monte Prat e il sigillo di Silvelle tra gli juniores nel 2017, oggi a Roma all’Ippodromo delle Cappannelle si è riconfermato sul gradino più alto del podio. Partenza velocissima e nelle prime curve il beniamino classe 2000 della Trentino Cross si è portato subito in testa al gruppo. Nelle fasi iniziali di gara gli è rimasto incollato alla ruota il vicentino Tommaso Dalla Valle della Ktm. Trainata dopo trainata, il ragazzo allenato dal due volte campione del mondo Daniele Pontoni ha iniziato a mettere metri tra la sua ruota e quella degli avversari. Filippo ha dovuto confrontarsi con un tracciato poco adatto alle proprie caratteristiche, con pochi tratti tecnici, lunghi rettilinei e un forte vento. E’ riuscito ad accumulare un vantaggio vicino al mezzo minuto, ma a un giro dalla fine è cresciuto in modo esponenziale il batticuore in tutti i sostenitori della Trentino Cross. Filippo Fontana ha alzato il braccio per segnalare un problema alla ruota posteriore. Giusto il tempo di arrivare ai box e cambiare la bici e il vantaggio si era già dimezzato. Nelle fasi finali Filippo ha stretto i denti e con grande lucidità è riuscito a mantenere un leggero margine che gli ha consentito di arrivare al traguardo a braccia alzate e di vestire la terza maglia tricolore nel ciclocross della sua carriera. Felicità alle stelle per il suo allenatore e mentore, Daniele Pontoni, che dopo il traguardo nell’abbraccio con il suo beniamino ha quasi rischiato di commuoversi. Il secondo e il terzo posto sono stati conquistati rispettivamente dal veneto Tommaso Dalla Valle della Ktm e dal friulano Davide Toneatti della Jam’s Bike.

“Sono veramente contento. E’ andato tutto bene. E’ un’emozione fantastica indossare per il terzo anno questa maglia – commenta Filippo Fontana – Nel primo giro ho sfruttato ogni parte tecnica del tracciato per prendere la testa del gruppo e ci sono riuscito. Però c’era tantissimo vento e rimanere da soli al comando con le raffiche contrarie significava grande dispendio di energie. Nell’ultimo giro un guasto meccanico mi ha fatto perdere secondi ma ai box gli assistenti del team sono stati velocissimi. Temevo il rientro di Tommaso e Davide e così ho raschiato dal barile le ultime energie. Fino all’ultima curva non c’era niente di scontato però ce l’ho fatta. Ora sono molto fiducioso per i prossimi appuntamenti. La recente trasferta in Belgio mi ha fatto davvero capire quale è il livello degli avversari a livello internazionale e so di avere la giusta gamba per potermi giocare nelle prossime settimane qualcosa di importante. Dedico la vittoria a tutte le persone che oggi mi hanno fatto sentire un grande tifo. Grazie agli amici, ai familiari, e in primis alla squadra e agli sponsor, che hanno permesso a me e ai miei compagni Trentino Cross di fare tante trasferte all’estero. Siamo una grande famiglia e quindi è giusto condividere con tutti queste emozioni”.

Nemmeno la gara riservata alle donne open e alle donne juniores ha risparmiato emozioni. Nelle fasi iniziali l’elite dell’Isola d’Elba Alessia Bulleri si è subito incollata alle ruote di Eva Lechner e Alice Maria Arzuffi. L’elbana classe 1993 ha cercato con tutte le energie che aveva in corpo di non perdere contatto, ma dal secondo giro ha dovuto combattere in solitaria contro le forti raffiche di vento per tenere stretta la preziosa medaglia. Sulla finish line la beniamina Trentino Cross è arrivata stremata, ma felicissima per aver conquistato il secondo bronzo della vita tra le elite in questa disciplina, dopo quello di due anni fa a Monte Prat nel campionato italiano organizzato dal suo attuale allenatore Daniele Pontoni. Gara vinta dalla bolzanina Eva Lechner del Centro Sportivo Esercito. Buona prova anche per la trentina di Cles Elena Leonardi che ha chiuso in sesta piazza.

“Oggi speravo di conquistare il podio e sono felicissima di esserci riuscita – dichiara Alessia Bulleri – Il percorso presentava tanti tratti di rettilineo contro vento e per questo è stata molto dura. Nei primi giri ho cercato di rimanere assieme a Eva e Alice, poi quando ho perso contatto ho pensato solo a tenere stretta la medaglia. La dedico a tutte le persone che mi stanno vicino sempre, nelle gare e nella vita, agli sponsor e alla squadra”. Gara positiva per la friulana di Majano Sara Casasola che nella prova riservata alle under 23 ha messo nel proprio carniere la top five. Nel corso del primo giro una sbandata le ha fatto perdere le ruote delle avversarie più forti e successivamente per lei non c’è più stata possibilità di rientro. Sara ha completato il campionato italiano di Roma in quinta posizione. Successo per la campionessa europea Chiara Teocchi della Bianchi.

Ottima prova per la juniores Asia Zontone. La friulana di Buja al primo anno di categoria si è confrontata con le avversarie più temibili nell’arco dell’intera competizione. Nelle fasi finali Alessandra Grillo e Nicole Fede sono riuscite a guadagnare qualche metro di vantaggio e Asia ha comunque messo in saccoccia un importante bronzo, che per lei ha un significato speciale perchè rappresenta la prima medaglia in un campionato italiano. Vittoria per Alessandra Grillo della Selle Italia Guerciotti. “E’ stata una gara dura. Sono abbastanza contenta anche se ero fiduciosa di poter ambire a qualcosa di più – commenta Asia Zontone – Ci siamo controllate tutte la gara. Le avversarie hanno provato a staccarmi però nel finale ho tirato fuori tutte le energie che avevo e sono riuscita a conquistare il bronzo. E’ la mia prima medaglia in un campionato italiano. La dedico alla mia famiglia, alla squadra e agli sponsor. Una dedica speciale al mio coach Daniele Pontoni e a Ronny Papo”.

Nella gara elite il friulano di Colloredo Marco Ponta per pochi secondi non è riuscito ad entrare nella top ten. Il portacolori della Trentino Cross ha chiuso in 11^ posizione. Doppietta dei fratelli Braidot. Vittoria per Luca su Daniele e Marco Aurelio Fontana. Domani altri titoli in palio. Sarà la volta delle gare giovanili riservate agli esordienti e allievi maschili e femminili. Tutti i fari saranno puntati sugli allievi Bryan Olivo e Daniel Cassol. In bocca al lupo ragazzi! (Foto di Flaviano Ossola)

Ufficio Stampa Trentino Cross Giant SMP

Comments are closed.