Coppa del Mondo su Pista: a Santiago (Cile) due Argenti per le Azzurre

Pubblicato 10 Dicembre 2017 | Pista

Italia tre volte sul podio nella prima giornata della Coppa del Mondo Pista in corso a Santiago del Cile. Tre preziosissime medaglie d‘argento conquistate dal quartetto rosa nell’inseguimento a squadre, da Elisa Balsamo nell’omnium e da Francesco Lamon e Michele Scartezzini nel Madison. Ma andiamo per ordine. Avevamo lasciato le azzurre di Salvoldi promosse al primo turno con il secondo tempo delle qualificazioni. Elisa Balsamo, impegnata nell’Omnium, è stata sostituita egregiamente da Marta Cavalli; insieme a Simona Frapporti, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi hanno superato il Giappone in 4’24”857 contro 4’29”303 nella sfida valida per l’ingresso nella finale oro-argento. Dal canto suo la Nuova Zelanda con Racquel Sheath, Bryony Botha, Rushlee Buchanan e Kirstie James ha liquidato senza impegnarsi troppo l’Ucraina in 4’25”989 contro 4’31”242.

La finalissima tra le neozelandesi e le azzurre è stata di altissimo livello tecnico. Entrambe le squadre si sono superate migliorando nettamente i tempi dei turni precedenti e hanno demolito il muro dei 4’20”. La sfida è stata vinta dalle neozelandesi in 4’17”804, seconde le azzurre in 4’19”415, ma l’Italia è nettamente prima nella classifica di Coppa della specialità olimpica con 2800 punti, seguita dal Giappone con 2350 e dalla Germania con 2150 punti. Un risultato, quello delle azzurre di grande rilievo e che lancia nel gruppo delle inseguitrici anche Marta Cavalli, ottima sostituta della Balsamo, e capace di intepretare al meglio il ruolo nella difficile finale contro le kiwi.

Elisa Balsamo ha poi aggiunto l’argento personale dell’omnium al termine di un duello entusiasmante con la giapponese Yumi Kajihara. Splendida la prestazione di Elisa nella corsa a punti che l’ha portata a una sola lunghezza dalla giovane asiatica, vincitrice con 129 punti contro 128. Al terzo posto l’ucraina Tetyana Klimchenko con 119 punti, Questi i piazzamenti della Balsamo: 5^ nello scratch, 7^ nella gara a tempo, 3^ nell’eliminazione, 1^ nella corsa a punti. Il terzo argento di giornata è venuto da Francesco Lamon e Michele Scartezzini protagonisi di una gara perfetta nel madison, chiusa con la vittoria nell’ultimo sprint che ha fruttato ben dieci punti e il secondo posto alle spalle dei neozelandesi Thomas Sexton e Campbell Stewart. Bronzo agli austriaci Andreas Graf e Andreas Muller.

Merita di essere citato anche il velocista Francesco Ceci per l’ottima prestazione nel Keirin. Ha infatti guadagnato la finalina da 7 a 12 dopo essere passato per i recuperi. Un risultato che fa bene al morale del ragazzo apparso in crescita rispetto alle precedenti esibizioni. La finale 1-6 è stata vinta dal giapponese Yuta Wakimoto davanti all’ucraino Andrii Vynokurov e al ceco Pavel Kelemen. La giornata si è conclusa con le vittorie della Russia nella velocità a squadre uomini (Pavel Yakushevskiy, Denis Dmitriev, Shane Alan Perkins) su Francia e Corea, e dell’ucraina Liubov Basova nella velocità individuale donne davanti alla russa Daria Shmeleva e alla coreana Hyejin Lee. (Foto tratta dal sito ufficiale dell F.C.I. – www.federciclismo.it)

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE
1° ROUND
– 1. CINA (Wang Xiaofei, Chen Qiaolin, Jin Chenhong, Wang Hong) 4’28”084; 2. GERMANIA (Kullmer Lisa, Paller Tatjana, Brausse Franziska, Sussemilch Laura) 4’34”779
– 1. ITALIA (Frapporti Simona, Pattaro Francesca, Valsecchi Silvia, Cavalli Marta) 4’24”857; 2. GIAPPONE (Hashimoto Yuya, Kajihara Yumi, Furuyama Kie, Nakamura Kisato) 4’29”303
– 1. NUOVA ZELANDA (Sheath Racquel, Botha Bryony, Buchanan Rushlee, James Kirstie) 4’25”989; 2. UCRAINA (Kliachina Oksana, Kononenko Valeriya, Nahirna Anna, Solovei Ganna) 4’31”242
FINALE 1-2:
1) NUOVA ZELANDA (Sheath Racquel, Botha Bryony, Buchanan Rushlee, James Kirstie) 4’17”804
2) ITALIA (Cavalli Marta, Frapporti Simona, Pattaro Francesca, Valsecchi Silvia) 4’19”415
FINALE 3-4:
3) GIAPPONE (Hashimoto Yuya, Kajihara Yumi, Furuyama Kie, Nakamura Kisato) 4’28”615
4) CINA (Wang Xiaofei, Chen Qiaolin, Jin Chenhong, Wang Hong) 4’33”310

VELOCITÀ INDIVIDUALE DONNE
QUALIFICAZIONI: 1. Lee Hyejin (Cor) 10”810; 2. Hansen Natasha (Nzl) 10”840; 3. Shmeleva Daria (Rus) 10”866; 4. Basova Liubov (Ucr) 10”893; 5. Krupeckaite Simona (Ltu) 10”894; 6. Starikova Olena (Ucr) 10”929; 7. Godby Madalyn (Usa) 10”949; 8. Tang Mengqi (Cina) 10”955; 9. Marozaite Migle (Ltu) 10”996; 10. Cumming Emma (Nzl) 11”028; 11. Kobayashi Yuka (giap) 11”059; 12. Kim Wongyeong (Cor) 11”117; 13. Maeda Kayono (Jpc) 11”137; 14. Song Chaorui (Cina) 11”237; 15. Walsh Amelia (Can) 11”238; 16. Stewart Robyn (Irl) 11”354; 17. Kiseleva Tatiana (Rus) 11”473; 18. Mohd Adnan Farina Shawati (Sdf) 11”618
FINALE 1-2:
1) Basova Liubov (Ucr)
2) Shmeleva Daria (Rus)
FINALE 3-4:
3) Lee Hyejin (Cor)
4) Hansen Natasha (Nzl)

OMNIUM DONNE
– 1^ PROVA (SCRATCH): 1. Klimchenko Tetyana (Ucr); 2. Wang Xiaofei (Cina); 3. Paller Tatjana (Ger); 4. Kajihara Yumi (Giap); 5. Balsamo Elisa (Ita); 6. Schmidt Trine (Dan); 7. Kankovska Ema (Cze); 8. Drummond Michaela (Nzl); 9. Salazar Vazquez Lizbeth Yareli (Mex); 10. Pang Yao (Hkg); 11. Usabiaga Balerdi Irene (Eus); 12. Baleisyte Olivija (Ltu); 13. Klimova Diana (Rus); 14. Gulick Colleen (Usa)
– 2^ PROVA (TEMPO RACE): 1. Kajihara Yumi (Giap) 27; 2. Klimchenko Tetyana (Ucr) 24; 3. Salazar Vazquez Lizbeth Yareli (Mex) 22; 4. Paller Tatjana (Ger) 22; 5. Pang Yao (Hkg) 21; 6. Schmidt Trine (Dan) 4; 7. Balsamo Elisa (Ita) 3; 8. Wang Xiaofei (Cina) 1; 9. Gulick Colleen (Usa) 1; 10. Kankovska Ema (Cze) 0; 11. Usabiaga Balerdi Irene (Eus) 0; 12. Drummond Michaela (Nzl) 0; 13. Klimova Diana (Rus) 0; Dns: Baleisyte Olivija (Ltu)
– 3^ PROVA (ELIMINAZIONE): 1. Kajihara Yumi (Giap); 2. Salazar Vazquez Lizbeth Yareli (Mex); 3. Balsamo Elisa (Ita); 4. Klimchenko Tetyana (Ucr); 5. Wang Xiaofei (Cina); 6. Usabiaga Balerdi Irene (Eus); 7. Paller Tatjana (Ger): 8. Schmidt Trine (Dan), 9. Klimova Diana (Rus); 10. Gulick Colleen (Usa); 11. Pang Yao (Hkg); 12. Drummond Michaela (Nzl): 13. Kankovska Ema (Cze)
– 4^ PROVA (CORSA A PUNTI E CLASSIFICA FINALE): 1. Kajihara Yumi (Giap) p. 129; 2. Balsamo Elisa (Ita) p. 128; 3. Klimchenko Tetyana (Ucr) p. 119; 4. Wang Xiaofei (Cina) p. 108; 5. Paller Tatjana (Ger) 108; 6. Salazar Vazquez Lizbeth Yareli (Mex) 100; 7. Schmidt Trine (Dan) 86; 8. Pang Yao (Hkg) 80; 9. Drummond Michaela (Nzl) 73; 10. Usabiaga Balerdi Irene (Eus) 71; 11. Kankovska Ema (Cze) 69; 12. Gulick Colleen (Usa) 64; 13. Klimova Diana (Rus) 58; Dns: Baleisyte Olivija (Ltu)

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

Comments are closed.