“Coppa del Mondo su Pista” a Cali: nell’ultima giornata due medaglie per l’Italia

Pubblicato 19 Febbraio 2017 | Pista

Ci hanno provato con tutte le forze le azzurre a rovesciare il pronostico nella finale dell’inseguimento a squadre con la favoritissima Australia. Beatrice Bartelloni, Simona Frapporti, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi sono partite a tutta passando in testa al primo e al secondo km. Poi le australiane hanno cominciato la rimonta e c’è stato il sorpasso ai 3000 metri per soli 4/100. Nell’ultimo km il quartetto italiano si è scomposto. Alla fine oro per l’Australia in 4’25”821 e argento per l’Italia in 4’33”195, ma i tempi a questo punto hanno un valore relativo. Lo standard di ambedue le squadre è un altro, il gap si è ridotto ormai al minimo e la sfida, una volta improponibile, è più che mai aperta. Intanto l’Italia incamera il secondo argento in Coppa del Mondo dopo quello di Glasgow e relega il Canada, medaglia di bronzo ai Giochi di Rio, al terzo posto. Grazie a questi piazzamenti l’Italia è in testa alla classifica di Coppa della specialità con 1800 punti. Seguono la Gran Bretagna con 1700 punti e la Francia con 1550 punti. Considerata anche l’età media del gruppo rosa a disposizione di Salvoldi, sognare è lecito.

L’ANALISI DEL CT SALVOLDI“Siamo stati in bgara fino all’ultimo chilometro” racconta il CT Dino Salvoldi a fine gara. E aggiunge: “Poi, dopo la sua terza tirata, Simona Frapporti si è tolta e Beatrice Bartelloni non si è accorta che erano rimaste in 3, perdendo quindi contatto. Ci siamo allungati e abbiamo finito male”. L’oro è sfuggito per “un episodio, ma siamo stati comunque forti”, assicura il CT.

La terza prova di Coppa del Mondo Pista si è conclusa in bellezza per l’Italia a Cali. Ci ha pensato Simona Frapporti con il terzo posto nella Corsa a Punti a mettere il sigillo sul bilancio davvero eccellente della Nazionale femminile. All’argento dell’inseguimento a squadre e al bronzo di Rachele Barbieri nell’omnium si aggiunge quello colto oggi da Simona Frapporti a conclusione di una gara spavalda che l’ha vista combattere testa a testa con l’australiana Amy Cure, vincitrice con 20 punti, e la statunitense Sarah Hammer, seconda con 15 punti. Per soli due punti la Hammer ha strappato nell’ultimo sprint la medaglia d’argento dal collo di Simona. Ma va bene così. Ci sono tante ragioni per rallegrarsi in vista dei prossimi appuntamenti: tra una settima la quarta e ultima prova di Coppa a Los Angeles, in aprile i mondiali di Hong Kong.

In campo maschile da segnalare il quinto posto di Liam Bertazzo e Francesco Lamon nello spettacolare madison che ha chiuso l’evento. I due azzurri hanno mostrato nel finale di avere ancora energie da spendere vincendo l’ultimo sprint a punteggio doppio. Troppo tardi per puntare alle posizioni di vertice. Hanno vinto alla grande i danesi Casper Von Folsach e Niklas Larsen, seigiornisti di razza, con 64 punti, seguiti a quota 55 dagli irlandesi Felix English e Mark Downey, terzi i russi Andrei Sazanov e Viktor Manakov con 32 punti. Gli azzurri hanno messo insieme 20 punti.

La finale della velocità maschile ha visto prevalere il russo Denis Dmitriev sul tedesco Max Niederlag, terzo l’altro russo Pavel Yakushevskiy davanti al francese Sebastien Vigier. Nel keirin donne la tedesca Kristina Vogel ha colto il secondo oro dopo quello della velocità. Argento alla colombiana Martha Bayona Pineda, bronzo alla belga Nicky Degrendele. Il polacco Krzysztof Maksel si è aggiudicato il km da fermo in 1’00”814 davanti al tedesco Maximilian Dörnbach (1’01”084) e al ceco Tomas Babek (1’01”169). Francesco Ceci ha segnato il 13° tempo in 1’03”322. Non male, ma nel settore della velocità c’è ancora molto da lavorare. (Foto tratta da www.federciclismo.it)

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

INSEGUIMENTO A SQUADRE
1° ROUND:
GRAN BRETAGNA (Evans Neah, Kay Emily, Lloyd Manon, Nelson Emily) 4’28”548 – POLONIA (Jasinska Edyta, Kaczkowska Justyna, Plosaj Nikol, Rutkowska Natalia) 4’31”543
NUOVA ZELANDA (Botha Bryony, James Kirstie, Keith Alysha, Wollaston Nina) 4’28”913 – COLOMBIA (Colmenares Yeny Lorena, Parra Rojas Jessica Marcela, Salcedo Zambrano Jannie Milena, Valbuena Roa Camila Andrea) 4’38”014
AUSTRALIA (Cure Amy, Ankudinoff Ashlee, Baker Georgia, Wiasak Rebecca) 4’21”580 – CANADA (Roorda Stephanie, Bonhomme Ariane, Brown Laura, Gibson Kinley) 4’24”410.
ITALIA (Bartelloni Beatrice, Frapporti Simona, Pattaro Francesca, Valsecchi Silvia) 4’25”913 – FRANCIA (Delzenne Elise, Berthon Laurie, Borras Marion, Demay Coralie) 4’28”252
FINALE 1-2:
1) Australia (Cure Amy, Ankudinoff Ashlee, Baker Georgia, Wiasak Rebecca) 4’25”821
2) ITALIA (Bartelloni Beatrice, Frapporti Simona, Pattaro Francesca, Valsecchi Silvia) 4’33”195
FINALE: 3-4:
3) Canada CANADA (Roorda Stephanie, Bonhomme Ariane, Brown Laura, Gibson Kinley) 4’25”789
4) Francia (Delzenne Elise, Berthon Laurie, Borras Marion, Demay Coralie) 4’33”084

ORDINE D’ARRIVO CORSA A PUNTI:
1) Cure Amy (Aus) – Punti 20
2) Hammer Sarah (Usa) p. 15
3) Frapporti Simona (Ita) p. 13
4) Evans Neah (Gbr) p. 11
5) Kopecky Lotte (Bel) p. 8
6) Romanyuta Evgeniya (Rus) p. 8
7) Solovei Ganna (Ukr) p. 7
8) Sharakova Tatsiana (Mcc) p. 7
9) Delzenne Elise (Fra) p. 6
10) Machacova Jarmila (Cze) p. 5
11) Trebaite Ausrine (Ltu) p. 5
12) Eberhardt Verena (Aut) p. 5
13) Ellis Lauren (Nzl) p. 4
14) Stenberg Anita Yvonne (Nor) p. 3
15) Bonhomme Ariane (Can) p. 2
16) Pavlendova Alzbeta (Svk) p. 0
17) Jasinska Edyta (Pol) p. 0
18) Usabiaga Balerdi Ana (Spa) p. 0
19) Basso Laura (Ctf) p. 0
20) Gurley Lydia (Irl) p. 0
Ferrara Airas Sara (Fin) – DNF

KEIRIN
Heat 1: 1. Vogel Kristina (Ger), 2. Bayona Pineda Martha (Col), 3. Kiseleva Tatiana (Rus), 4. Andreotti Maila (Ita), Starikova Olena (Ukr)
Heat 2: 1. Degrendele Nicky (Bel), 2. Liu Lili (Cina), 3. Maeda Kayono (Giap), 4. Casas Roige Helena Esp, 5. Marozaite Migle (Ltu)
Heat 3: 1. Gros Mathilde (Fra), 2. Gaxiola Gonzalez Luz Daniela (Mex), 3. O’Brien Kate (Can), 4. Voinova Anastasiia (Gaz), 5. Deborah (Ind), 6. Lee Hyejin (Cor)
Recuperi (qualificate): Voinova Anastasiia (Gaz), Casas Roige Helena Esp, Lee Hyejin (Cor), O’Brien Kate (Can), Maeda Kayono (Giap), Starikova Olena (Ukr)
FINALE 1-6:
1) Vogel Kristina (Ger)
2) Bayona Pineda Martha (Col)
3) Degrendele Nicky (Bel)
4) Liu Lili (Cina)
5) Gros Mathilde (Fra)
6) Gaxiola Gonzalez Luz Daniela (Mex)
FINALE 7-12:
7) Voinova Anastasiia (Gaz)
8) . O’Brien Kate (Can)
9) Casas Roige Helena (Spa)
10) Lee Hyejin (Cor)
11) Starikova Olena (Ukr)
12) Maeda Kayono (Giap)

Comments are closed.