L’avventura olimpica di Elisa Longo Borghini e’ partita oggi da Ornavasso

Pubblicato 23 Luglio 2016 | Notizie varie

E’ ufficialmente partita l’avventura di Elisa Longo Borghini verso le Olimpiadi di Rio de Janeiro (domenica 7 agosto la prova in linea, mercoledì 10 agosto la cronometro individuale), iniziata da oggi con il periodo di ritiro a Livigno con le compagne della formazione scelta dal CT Edoardo Salvoldi per difendere i colori azzurri in Brasile (oltre ad Elisa ci saranno Tatiana Guderzo, Elena Cecchini e Giorgia Bronzini). Prima di partire, questa mattina, l’amministrazione comunale di Ornavasso, il Coni provinciale ed il Comitato VCO della Federciclismo hanno voluto salutare ufficialmente Elisa con un breve momento ufficiale tenutosi nella sala consigliare del municipio.

Dapprima ha preso la parola il sindaco Filippo Cigala Fulgosi: “E’ un onore avere una nostra concittadina che va alle olimpiadi – ha detto – alcun anni dopo la mamma Guidina che partecipò a tre edizioni dei giochi invernali. Ho fatto qualche ricerca e devo dire che Elisa, ornavassese doc, è la prima atleta di una comunità ‘Walser’ (Ornavasso è uno sei centri della Provincia ed in particolare dell’Ossola riconosciuti come località nella quale la popolazione vallese nel XIII secolo si stanziò) ad andare alle Olimpiadi dato che mamma Guidina (Dal Sasso, grande dello sci nordico; ndr), un po’ come me, è ornavassese diciamo acquisita. Diamo ad Elisa un dono; la nostra bandiera, che non vogliamo di certo si sostituisca al nostro tricolore ma che potrebbe anche venir buona a Rio”.

Dopo la consegna della bandiera ha parlato il delegato VCO per il CONI regionale Marco Longo Dorni che ha consegnato ad Elisa una targa ben augurante: “Siamo una piccola provincia la credo che con 4 atleti che andranno a Rio (Eleonora Lo Bianco nella nazionale di volley alla sua quinta olimpiade, Carlo Tacchini nel canottaggio ed Alberto Ricchetti nella canoa per il suo secondo viaggio a cinque cerchi; ndr) in media quella più rappresentata – spiega – questo gesto lo avevamo fatto già in passato, è solo un grande in bocca al lupo da tutto il mondo dello sport”. Infine il saluto del comitato FCI Vco, il presidente Marco Rocca, assente per motivi di lavoro in ambito ciclistico ha voluto confermare quanto personaggi come Elisa siano esempi positivi per i giovani ciclisti delle società locali.

Elisa, perfettamente vestita con le nuove divise del ‘Italia Olimpic Team’ ha parlato della imminente partecipazione: “Ho iniziato a pensare a Rio quando non venni scelta per i Giochi di Londra – ha detto – correremo su un circuito molto duro e ci sarà selezione, quello di Rio è un circuito nel quale chi è forte sarà davanti, le favorite saranno le olandesi e le americane e noi dovremo essere pronte a fare bene, credo si possa fare. Avversarie? Ne dico due ma sarebbero tante altre: l’olandese Anna Van Der Breggen e la britannica Lizzie Armitstead, per non parlare della americane”. Con la bandiera Walser, la targa Coni, la immancabile maglietta delle “Zampine Orna” (suoi tifosi storici) Elisa ha messo in valigia anche un rosario della Madonna del Boden, protettrice dei ciclisti del Vco. “Ho cercato di arrivare a Rio nella migliore condizione – ha spiegato – e penso di stare bene, ringrazio tutti per il sostegno”, le parole di Elisa a cui va un sincero abbraccio pieno di tanti significati. (Foto di Flaviano Ossola) 

Federazione Ciclistica Italiana Comitato Provinciale Verbano Cusio Ossola – CONSULENTE STAMPA e COMUNICAZIONE Gianluca Trentini

Comments are closed.