Astana Women’s Team: al “Giro Rosa” con le azzurre Beggin, Bertizzolo e Fidanza

Pubblicato 29 Giugno 2016 | Strada

Venerdì prenderà il via l’edizione numero 27 del Giro d’Italia Internazionale Femminile, conosciuto anche come Giro Rosa: è la gara più prestigiosa e impegnativa della stagione, arricchita quest’anno dall’ingresso nel nuovo Women’s World Tour. Il Giro Rosa 2016 partirà a pochi chilometri dal quartier generale dell’Astana Women’s Team, un fatto che renderà ancora più motivato un gruppo composto da atlete giovani e di grande talento, per affrontare un totale di 857.5 chilometri attraverso cinque regioni italiane: decisivo sarà il trittico di tappe dalla quinta alla settima che inizierà addirittura con l’ascesa che mitico Passo del Mortirolo, dal versante più impegnativo di Mazzo (12.5 chilometri, pendenza media del 10.4%, massima del 18%), a cui non seguirà subito la discesa ma l’inedita panoramica in quota che porterà le atlete fino a Trivigno.

Attenzione quindi anche alle due tappe liguri, la prima lunga e ricca di salite impegnativa, la seconda una cronometro individuale che potrebbe creare distacchi molto importanti: nel complesso ci saranno occasioni per atlete di tutte le caratteristiche tecniche, velociste comprese. Per questa edizione del Giro Rosa ci sarà anche un’importante novità che renderà la corsa ancora più difficile da interpretare dal punto di vista tattico: le squadre, infatti, non saranno più composte da 8 atlete ma da 6, come accade in tutte le grandi classiche e le altre gare a tappe; potrebbe essere una buona notizia per le fughe. (Foto di Flaviano Ossola)

La squadra

– Sofia Beggin (1997, Italia)
La scalatrice padovana sarà la più giovane tra le atlete in gara ma ha già dimostrato ottime qualità con 7 top10 tra corse nazionali e internazionali. Ha vinto un oro e un argento ai Giochi Olimpici Giovanili del 2014.

– Sofia Bertizzolo (1997, Italia)
Altra grande promessa del ciclismo femminile italiano: nel 2014, da juniores, è stata campionessa italiana, campionessa europea e vicecampionessa del mondo. Nel 2016 ha vinto il Trofeo Oro in Euro disputato a Montignoso.

– Ingrid Drexel (1993, Messico)
Atleta forte su tutti i terreni, la messicana di Monterrey è stata protagonista di un’ottima annata fin qui: seconda alla Vuelta a Costa Rica e alla Copa Federación Venezuela, terza al Grand Prix de Venezuela e al Campionato Panamericano a Cronometro.

– Arianna Fidanza (1995, Italia)
Quest’anno ha vinto in volata il Memorial Trovò e soprattutto la prima tappa del Tour of Zhoushan Island dove ha vinto anche la classifica a punti; è stata anche terza al Liberazione. Sarà la leader del team per gli arrivi allo sprint.

– Carolina Rodríguez (1993, Messico)
È alla sua terza partecipazione al Giro Rosa, al Campionato Messicano su strada ha dimostrato di essere in buona forma chiudendo al secondo posto dopo una fuga durata circa 110 chilometri.

– Natalya Saifutdinova (1989, Kazakistan)
Per il secondo anno consecutivo sarà al via del Giro Rosa con la maglia di campionessa del Kazakistan: è un’atleta abbastanza veloce e può essere molto utile alla squadra. La sua prima tifosa è la figlia Evelina.

Le tappe

Prologo: Gaiarine (Cronometro, 2 km)
1a tappa: Gaiarine – San Fior (104 km)
2a tappa: Tarcento – Montenars (111.1 km)
3a tappa: Montagnana – Lendinara (120 km)
4a tappa: Costa Volpino – Lovere (98.5 km)
5a tappa: Grosio – Tirano (77.5 km)
6a tappa: Andora – Alassio (118.6 km)
7a tappa: Albisova – Varazze (Cronometro, 21.9 km)
8a tappa: Rescaldina – Legnano (99.3 km)
9a tappa: Verbania – Verbania (104.8 km)

Press Office Sebastiano Cipriani

Comments are closed.