Miss Ciclismo 2015: “operazione trasparenza” anche in questa edizione

Pubblicato 2 Ottobre 2015 | Notizie varie

Anche nel 2015 Miss Ciclismo mette in campo l’operazione trasparenza che trasforma il concorso di bellezza giunto alla sua undicesima edizione in una sorta di scatola di vetro. «Sempre più spesso ci sono dubbi sulla regolarità dei concorsi di bellezza – ha spiegato il presidente di Miss Ciclismo, Matteo Romano – questo perché negli anni alcuni lestofanti hanno anteposto i loro tornaconti personali alle ragazze, al pubblico e alla regolarità del concorso. Causando di fatto un danno a tutti.»

Anche quest’anno tutti i giurati sottoscriveranno sotto la loro responsabilità civile di non conoscere le ragazze in gara, di non avere conflitti d’interesse e comunque di votare secondo coscienza salvaguardando la regolarità del concorso. Al termine della prefinale tutte le concorrenti potranno prendere visione, senza alcun segreto, delle schede giuria e della classifica. A queste due operazioni che si sono già svolte per tutte le selezioni territoriali, se ne aggiunge un’altra che va a dare ulteriore garanzia di correttezza. Tra i parenti e amici delle concorrenti in gara ne saranno estratti a sorte due che vigileranno da vicino a tutte le operazioni del concorso compreso quella dello spoglio delle schede. «Quanti altri concorsi sono disposti a seguirci su questa strada? Il pubblico tragga le sue conseguenze»: ha concluso il presidente di Miss Ciclismo.» (Nella foto di Flaviano Ossola, Giada Macchi Miss Ciclismo 2014)

Ufficio Stampa Miss Ciclismo 2015 – www.missciclismo.it

Comments are closed.