Team INPA – Bianchi – Giusfredi: un “Giro della Toscana” ricco di importanti risultati

Pubblicato 14 Settembre 2015 | Strada

È stato un Giro della Toscana ad alta tensione, quello che ha vissuto le atlete, lo staff e i tifosi del Team Inpa Bianchi Giusfredi, squadra che ancora una volta ha sfiorato la vittoria, ma chiude questo Giro con la consapevolezza di aver fatto il massimo. Già al prologo serale di Campi Bisenzio che ha aperto le danze del 21° edizione della premondiale corsa toscana, una formidabile Daiva Tuslaite si è piazzata terza, dimostrando ancor una volta tutta la classe e condizione che l’ha accompagna per tutta la seconda parte della stagione. Il giorno sul traguardo del Segromigno si è presentato il gruppo compatto con due maglie giallo celesti nelle primissime posizioni: quella della Daiva Tuslaite, seconda e della Anna Trevisi, quinta.

Infine altri due piazzamenti sono arrivati anche all’ultimo e decisivo giorno, affrontato con la pioggia e brusco calo di temperature. La tappa, dominata per due terzi da una fuga di due atlete, tra quali Anna Trevisi, è stata vinta in solitudine dalla polacca Malgorzata Jasinska che si è aggiudicato anche la classifica generale. Terza all’arrivo di Capannori una bravissima Ane Santesteban Gonzalez, piazzamento che le ha permesso di chiudere il Giro Toscana al buon sesto posto generale. La Tuslaite, sesta sullo stesso traguardo, ha finito la corsa alla quarta posizione finale. La velocista Trevisi, al termine del Giro, è stata chiamata sul podio per indossare la maglia dei traguardi volanti, vinta nettamente. Peccato per Anna Zita Maria Stricker, che ha dovuto abbandonare la corsa, causa della febbre. “Non abbiamo vinto, ma siamo andati molto vicini, grazie anche alla dedizione delle compagne che si sono sacrificate – afferma il presidente Marco Luchi – per questo ringrazio tutte le sei, per la professionalità e per la volontà. Siamo molto soddisfati della nostra prima stagione.” (Foto di Flaviano Ossola)

Edita Pucinskaite – Responsabile Comunicazioni e Ufficio Stampa Inpa Sottoli Bianchi Giusfredi

Comments are closed.