INPA – Bianchi – Giusfredi: positiva trasferta sulle strade della “Route de France”

Pubblicato 16 Agosto 2015 | Strada

La squadra è rientrata in Italia con la consapevolezza di aver fatto un balzo, forse decisivo, nel panorama ciclistico internazionale entrando di diritto nel gotha delle grandi squadre, quelle composte da grandi atlete. Tutto questo è avvenuto in una delle gare a tappe più dure, importanti e celebrate dell’intero calendario internazionale. La maglia azzurra della speciale classifica dei gran premi della montagna, conquistata da Tetiana Riabchenko fin dalla prima giornata, ceduta per una sola tappa a Elisa Longo Borghini, per essere nuovamente riconquistata all’ultimo tuffo, dimostra la straordinaria volontà da parte dell’atleta ucraina, oltre chiaramente alle qualità atletiche, il carattere, la forza e l’unione di tutto il team toscano guidato dall’instancabile direttore sportivo Pietro Cesari.

La scalatrice del Team Inpa Bianchi Tetiana Riabcenko, quarta nella decisiva tappa Vesoul-La Planche des belles Fill di venerdì 14 agosto, ha chiuso la Route de France al quinto posto assoluto nella classifica generale, confermando tutte le proprie qualità di “atleta da gare a tappe”. Sul traguardo in quota della penultima frazione condizionata dal maltempo, la campionessa ucraina è stata preceduta soltanto da tre campionesse assolute, l’ italiana Elisa Longo Borghini, la statunitense Amber Neben e dalla tedesca Claudia Lichtenberg.

“Non posso che essere soddisfatto del comportamento e del rendimento del Team” afferma il Ds Pietro Cesari “la Riabchenko, con l’aiuto delle compagne, ha messo tutta se stessa in quei ultimi quattro gran premi della montagna ed è ritornata sul palco conclusivo, oltre a concludere in quinta posizione questo impegnativo Giro. Molto brava anche la Tuslaite, generosa, sempre disposta a sacrificarsi, capace inoltre di vincere la classifica dei traguardi volanti. La Santesteban purtroppo, è stata vittima di una caduta al penultimo giorno, la velocista Trevisi ha regalato diversi piazzamenti di primaria importanza, mentre per le nostre due neoprofessioniste, la Cretti e la Maffeis questa gara a tappe, e in genere tutta questa stagione, dobbiamo considerarla come una vera e propria scuola di ciclismo, comunque anche loro si sono impegnate e non hanno deluso”. Il prossimo impegno porterà nuovamente il Team Inpa Bianchi in Francia. Si tratta del Trophèe d’Or, breve corsa a tappe internazionale in programma dal 23 al 26 agosto. (Foto tratta da Comunicato Stampa) 

Edita Pucinskaite – Responsabile Comunicazioni e Ufficio Stampa Inpa Sottoli Bianchi Giusfredi

Comments are closed.