Valcar – PBM e Valcar PBM – Vigor: gli esaltanti risultati dell’ultimo week end di gare

Pubblicato 19 Luglio 2015 | Strada

Pioggia di risultati in questo weekend per la Valcar – PBM: nella giornata di sabato altra medaglia importantissima ai Campionati Europei su pista di Atene. A conquistare la medaglia d’argento nella Velocità a Squadre è la cremasca Miriam Vece, capace in un colpo solo di raggiungere due importanti traguardi: innanzitutto questa è la sua prima medaglia internazionale dopo che si era temuto che nemmeno potesse partecipare a questi Campionati a causa di una spaventosa caduta accorsa a fine giugno, e poi insieme a Elena Bissolati, questo tandem entra nella storia del ciclismo italiano, perché queste due ragazze hanno realizzate il miglior tempo di sempre a livello nazionale. Insomma, meglio non si poteva chiedere alle ragazze blu fucsia che hanno onorato la maglia azzurra in maniera strepitosa con un bottino vertiginoso: tre medaglie per tutte e tre le atlete che hanno partecipato (oro per Balsamo e Cavalli, argento per Vece) e due record, uno mondiale e l’altro nazionale. Neanche il tempo di assaporare il gusto del titolo europeo che la junior Marta Cavalli ha pensato bene di conquistare un importante secondo posto nella crono di Mongrando: alle sue spalle un’altra blu fucsia, la seriana Silvia Persico che conferma ancora una volta – se ancora ce ne fosse bisogno – l’ottimo momento di forma.

Ma i titoli importanti non sono finiti qui, perché a coronare una giornata magnifica ci ha pensato Alessia Verrando, fantastica nel conquistare la medaglia d’argento ai Campionati Italiani MTB. In corsa anche le esordienti e allieve a Nuvolento (BS). Le “piccole” esordienti continuano silenziosamente a compiere passi in avanti grazie a Desirée Beloli ed Asia Perani, giunte rispettivamente 11° e 12°. Un po’ per volta infatti queste due atlete classe 2002 cominciano ad interpretare sempre meglio quel tipo di lavoro di squadra che ha portato le allieve ha conquistare l’ennesimo podio. A firmarlo è ancora Marta Rivellini capace di centrare un altro terzo posto al termine di una fuga coraggiosa, mentre Sara Margheritis ha anch’essa interpretato al meglio la voglia di mettere la faccia al vento senza paura, anticipando la volata di gruppo e arrivando quinta.

Comunicato Stampa

Comments are closed.