“Giro Rosa” al via, anche Gaiarine e San Fior (TV) si preparano al grande evento

Pubblicato 1 Luglio 2015 | Notizie varie

Il conto alla rovescia è partito. La 26^ edizione del Giro Ciclistico d’Italia Femminile sta per iniziare. Venerdì a Ljubljana (SLO) è previsto il prologo dove verranno ufficialmente presentate le 19 squadre del Giro Rosa 2015 che il giorno successivo, sempre in terra slovena, dovranno percorre i primi 102 km. La seconda tappa, la Gaiarine-San Fior (121,500 km) di domenica 5 luglio, stando alle parole di Francesca Cauz (23enne di San Fior (TV)) “sarà un test per tutte le cicliste in gara, una tappa ‘apripista’ che farà probabilmente la prima selezione e misurerà dunque le condizioni delle atlete”.

Su 152 iscritte, 36 sono italiane, 10 di queste sono venete e 4 risiedono in provincia di Treviso. Oltre a Francesca Cauz, scalatrice di Alè Cipollini, scenderanno in strada le sorelle Asja e Soraya Paladin di Cimadolmo, rispettivamente di 21 e 22 anni e Irene Bitto (21 anni di Cordignano). Atlete queste ultime della formazione trevigiana Top Girls Fassa Bortolo Calinferno. Trevigiano sarà pure il prosecco che le cicliste stapperanno sul palco.

“Il Giro Rosa di quest’anno -afferma Cauz- non è da sottovalutare anche perché prevede una crono impegnativa di quasi 22 chilometri. Ci saranno inoltre numerose tappe di montagna”. La favorita del Giro Rosa 2015 sembra essere la campionessa del mondo in carica Pauline Ferrand-Prévot ma la piemontese Elisa Longo Borghini potrebbe battere tutte grazie alle sue ottime doti da passista e scalatrice.

GAIARINE-SAN FIOR
La tappa del 5 luglio attraverserà in totale 15 comuni trevigiani. Il via è previsto alle 11.30 da Via Vizza a Gaiarine. Le atlete toccheranno poi i comuni di Godega di S. Urbano, Orsago, Cordignano, Sarmede, Cappella Maggiore, Colle Umberto e San Fior (San Fior di Sotto) da dove inizierà un piccolo circuito da ripetersi per ben 3 volte. La salita inizierà dal km 73, nei pressi del Castello di Conegliano. Sono successivamente previsti tre GPM: uno a San Pietro di Feletto, un’altro a San Lorenzo di Vittorio Veneto e l’ultimo a Piai di Fregona, a due passi dalle Grotte del Caglieron. Da non sottovalutare lo strappo finale del ‘Calvario’ a Colle Umberto. L’arrivo è previsto intorno alle 14.30 in Via Zoppè a San Fior.

VIABILITA’
Per il primo luglio è stata fissata l’ultima riunione organizzativa delle forze dell’ordine locali e della Protezione Civile per predisporre un piano ‘viabilità alternativa’. Particolare attenzione sarà posta nei confronti dei territori vittoriesi interessati proprio il 5 luglio da un’altra manifestazione sportiva.

MEDIA
Tutto il Giro Rosa verrà seguito dalle telecamere di Rai Sport. Ogni giorno intorno alle 18 andrà in onda la sintesi delle tappe, con la telecronaca di Pier Giorgio Severini e il commento tecnico di Gigi Sgarbozza. Inoltre durante la diretta pomeridiana del Tour de France verrà aperta una finestra interamente dedicata al Giro Rosa.

Daniele Antoniol – Ufficio Stampa Comitato Tappa Gaiarine-San Fior

Comments are closed.