Giro Rosa: a San Fior attese piu’ di 3000 persone. Grande spettacolo domenica 5 luglio

Pubblicato 3 Luglio 2015 | Strada

Mancano ormai poche ore all’appuntamento più atteso dagli appassionati delle due ruote di Marca. Domenica nella Provincia di Treviso torna il Giro Ciclistico d’Italia Femminile. L’organizzazione della seconda tappa del Giro Rosa prevede, complice le ottime previsioni meteo, almeno 3000 spettatori lungo tutto il percorso. Domenica le atlete in gara dovranno firmare il foglio partenza nel piazzale della ditta Cappellotto di Gaiarine per poi partire da Via Vizza alle 11.30 invece delle 12.00 (come era avvenuto lo scorso anno). Il comitato tappa assieme allo staff del Giro ha dovuto infatti ritoccare l’orario a causa della concomitanza con un’altra manifestazione che si terrà fra Tarzo e Vittorio Veneto, paesi attraversati dalla corsa rosa. Sopratutto in questi territori le Polizie Locali e la Protezione Civile Provinciale terranno alta la guardia per garantire la massima sicurezza alle atlete. Quasi tutti i comuni attraversati dal Giro hanno predisposto l’attivazione del COC (Centro Operativo Comunale) ed emesso delle ordinanze di divieto di sosta. Le arterie interessate dal passaggio delle atlete rimarranno chiuse per un massimo di 30 minuti.Le uniche ordinanze di chiusura, dalla mattina sino al termine dell’evento, interessano la partenza e l’arrivo. A Gaiarine rimarrà off-limit Via Vizza mentre a San Fior di Sotto verrà chiuso un tratto della Provinciale 165 (Via Zoppè) per consentire l’allestimento del palco e il posizionamento delle transenne. Protezione Civile e Polizia Locale hanno comunque attivato un percorso di viabilità alternativa per bypassare l’area. Per chi vuole seguire l’arrivo del Giro Rosa sarà possibile parcheggiare in centro a San Fior di Sotto e dietro il traguardo raggiungendolo da San Fior di Sopra o dalla Bretella dell’A28 in comune di Godega di Sant’Urbano. L’arrivo con le auto da Zoppè/San Vendemiano è sconsigliato sopratutto dopo le 12.10. A causa del triplice passaggio del Giro in Via Zoppè a San Fior di Sotto la Provinciale 165 subirà una chiusa “a singhiozzo”. La Polizia di Stato come accade per il Giro d’Italia Maschile scorterà le atlete con le moto sino al traguardo finale. Le cicliste dovrebbero raggiungere Via Zoppè verso le 14.30. In totale sorveglieranno i territori attraversati almeno 100 uomini della Protezione Civile cui vanno ad aggiungersi altri 30 volontari e una decina di agenti delle Polizie Locali. (Foto di Flaviano Ossola) 

LA TAPPA
La tappa di domenica 5 luglio attraverserà 14 comuni trevigiani. La partenza è prevista alle 11.30 da Via Vizza a Gaiarine. Le atlete toccheranno poi i comuni di Godega di S. Urbano, Orsago, Cordignano, Sarmede, Cappella Maggiore, Colle Umberto e San Fior (San Fior di Sotto) da dove inizierà un piccolo circuito da ripetersi per ben 3 volte. La salita inizierà dal km 73, nei pressi del Castello di Conegliano. Sono successivamente previsti tre GPM: uno a San Pietro di Feletto, un’altro a San Lorenzo di Vittorio Veneto e l’ultimo a Piai di Fregona, a due passi dalle Grotte del Caglieron. Da non sottovalutare lo strappo finale del ‘Calvario’ a Colle Umberto. L’arrivo a San Fior è fissato per le 14.30 (Via Zoppè, Pizzeria Calinferno).

Daniele Antoniol – Ufficio Stampa Tappa Gaiarine-SanFior

Comments are closed.