EYOF 2015 a Tbilisi, festa azzurra completata con l’ORO di Letizia Paternoster

Pubblicato 30 Luglio 2015 | Strada

All’European Youth Olympic Festival 2015 di Tbilisi (Georgia), la festa azzurra è stata completata dall’oro di Letizia Paternoster nella prova su strada, che si va ad aggiungere alla medaglia più preziosa conquistata da Elena Pirrone nella cronometro individuale. La trentina di Revò, appartenente alla gloriosa Società Ciclistica Vecchia Fontana, ha battuto allo sprint la danese Emma Norsgaard Jorgensen e la transalpina Clara Copponi, già medaglia d’argento nella prova contro le lancette, al termine di una competizione lunga 47,400 chilometri spalmati su due giri di un percorso non particolarmente impegnativo dal punto di vista altimetrico.

Per la Paternoster, terza classificata al Campionato Italiano di Darfo Boario Terme (BS), si tratta dell’ottavo centro stagionale, dopo i trionfi di Schiavonia d’Este (PD), Buttrio (UD), Egna (BZ), Arco (TN), Breganze (VI) e quelli nelle cronometro individuali di Romanengo (CR) e Thiene (VI). La giovane promessa trentina, campionessa italiana nel Keirin e nell’Inseguimento Individuale, è stata ben supportata dalla tricolore crono Elena Pirrone, 52esima al traguardo, e dall’atleta al primo anno della categoria Vittoria Guazzini, finita poi 45esima. (Nella foto di Flaviano Ossola, lo sprint vincente di Letizia Paternoster ad Egna)

Servizio a cura di Flaviano Ossola

ORDINE D’ARRIVO “EUROPEAN YOUTH OLYMPIC FESTIVAL 2015” A TBILISI:
1) Paternoster Letizia (Italia) Km 47,400 in 1h18’21’’ alla media di 36,298 Km/h
2) Jorgensen Norsgaard Emma (Danimarca)
3) Copponi Clara (Francia)
4) Koch Franziska (Germania)
5) Penko Karin (Slovenia)
6) Kerpan Katja (Slovenia)
7) Rotman Lotte Nicole (Belgio)
8) Michalickova Lucia (Slovacchia)
9) Vaicyte Kotryna (Lituania)
10) Rastauskaite Monika (Lituania)
45) Guazzini Vittoria (Italia) +20’’
52) Pirrone Elena (Italia) +49’’

Ordine d’arrivo completo: http://tbilisi2015.com/uploads/result_pdfs/CRW102201_C73R_1.0.pdf

Comments are closed.