Valcar PBM – Vigor: primo successo stagionale in terra piemontese grazie a Silvia Persico

Pubblicato 14 Giugno 2015 | Strada

Domenica da incorniciare per la Valcar PBM – Vigor che centra il primo successo stagionale grazie all’acuto della junior Silvia Persico a S. Francesco al Campo, in provincia di Torino al Trofeo HTC Franke – Memorial Carlo Martinetto con un’azione delle sue ovvero un’accelerazione secca nello strappo finale che le ha consentito di riacciuffare e staccare la fuggitiva di giornata negli ultimi metri. Sembra quasi un segno del destino che le blu fucsia cogliessero la prima vittoria nella categoria junior proprio in Piemonte, regione da sempre amica al team orobico tant’è che in passato correva nelle fila dell’allora team Valcar l’ultima atleta piemontese capace di incamerare il tricolore su strada nella categoria donne juniores (Corinna Defilé, ndr). Ma è il presente ciò che conta, e se la scorsa settimana proprio una piemontese – la cuneese Elisa Balsamo – era arrivata quinta, questa volta per la Valcar PBM – Vigor (società da quest’anno affiliata anche in Piemonte) è arrivata una vittoria scaccia pensieri in una stagione in cui moltissima sfortuna ha colpito le ragazze dirette da Stefano Travella.

“Sono contenta per questa vittoria e devo ringraziare le mie compagne di squadra, in particolare Allegra Arzuffi, brava nel chiudere le fughe” racconta la vincitrice Silvia Persico, atleta con già tre podi all’attivo nel 2015 “la gara è stata parecchio movimentata con continui scatti durante i cinque giri del circuito di questa gara con lo strappo di 700 metri sul traguardo da ripetere altrettante volte. Nelle prime tornate abbiamo provato ad andar via, rimanevano in avanti sette o otto, ma poi ci riprendevano. Nell’ultimo giro invece Angelica Riverditi è partita da sola, io l’ho inseguita e sono riuscita a passarla agli ultimi 50 metri”.

La giornata delle blu fucsia era però già cominciata molto bene: nella gara di Macherio (MI) dedicata alle esordienti e allieve, benissimo ha fatto Sara Margheritis, protagonista di un momento di forma importante e che potrebbe rivelarsi decisivo visto che arrivano gli appuntamenti “caldi” della stagione. Per la varesina di Cittiglio infatti è arrivata un’altra bella prestazione dopo la recente vittoria di Gazoldo: sì, perché se da una parte c’è un pizzico di amaro in bocca per il “solo” secondo posto alle spalle di Chiara Consonni, per Sara c’è la soddisfazione di essere stata protagonista, proprio con la Consonni, di una bella e coraggiosa fuga a due che si è risolta proprio con il duello finale sul traguardo di Macherio. (Foto tratta da Comunicato Stampa)

Comunicato Stampa

Comments are closed.