Team Wilier – Breganze: dal caos di Osimo Stazione spunta l’argento della Bertizzolo

Pubblicato 31 Maggio 2015 | Strada

Giornata difficile e complicata quella vissuta oggi nella classica Giornata Rosa, valida come Trofeo Anspi e Memorial Giacomo Montrasio svoltasi sulle strade marchigiane di Osimo Stazione. Raddrizzata in casa Team Wilier Breganze in buona parte dalla piazza d’onore ottenuta dalla campionessa d’Europa e d’Italia Sofia Bertizzolo e dal settimo posto di Sofia Beggin. Il tutto a capo di una corsa prima interrotta dopo circa trenta chilometri a causa di una maxi caduta che ha tenuto impegnato l’intero servizio sanitario. E poi ripartita ed in pratica azzerata sotto l’aspetto agonistico. Nel finale la stoccata in salita di Sofia Beggin con la collaborazione di Katia Ragusa (Eurotarget Alè Still Bike) che sembrava essere decisiva. Ma nella discesa successiva all’ultima erta, a meno di un chilometro dalla conclusione, il gruppo rientrava sulle due battistrada riaprendo la corsa. A giocarsi il successo un gruppo forte di venticinque unità e sul rettilineo finale in leggera salita la tricolore Bertizzolo si è fatta precedere soltanto dalla vincitrice Rachele Barbieri (Fenice Ladies Team). Una corsa complicata dall’avvio nervoso e dalle cadute. E nel Team Wilier Breganze a farne le spese sono state soprattutto Sofia Beggin, prontamente rialzatasi e ripartita dopo un necessario ed inevitabile cambio di bicicletta e Francesca Strozzo, che invece ha dovuto alzare bandiera bianca per prendere la via dell’ospedale di Osimo per i dovuti accertamenti.

“E’ stata una giornata difficile, inutile negarlo – ha subito precisato Davide Casarotto, oggi in ammiraglia Team Wilier Breganze con la prima squadra juniores – la caduta, l’interruzione della competizione, la nuova partenza hanno rimescolato molto le carte in corsa. Noi abbiamo provato a fare la differenza in salita con la Beggin, ma invano. La Bertizzolo è stata come sempre molto brava a gestire il finale, piuttosto affollato. Mentre oggi la Beggin è stata superlativa. Dopo essere rimasta coinvolta nella caduta, ha saputo comunque reinterpretare il finale ed entrare nelle prime dieci posizioni con il settimo posto”.

Diverso lo scenario trentino di Arco, dove nell’odierno Trofeo Casse Rurali Trentine Donna Sport svoltosi nella duplice gara per allieve ed esordienti, a farla da padrona assoluta è stata la pioggia battente. Tanti attacchi, altrettante cadute senza conseguenze di rilievo. Ed a decidere due volate. Tra le esordienti la giovane Beatrice Rossi è riuscita ad entrare nella top ten cogliendo un positivo ottavo posto, il primo del 2015 per l’esordiente classe 2001 di Mussolente, nella volata vinta da Camilla Alessio dell’Uc Conscio Pedale sul Sile. Combattuta anche la prova delle allieve, con la veloce Carlotta Zanin che ha impostato tutto sulla volata conclusiva, partendo però troppo in anticipo e facendosi sorprendere dalla avversarie proprio negli ultimi metri.

“Combattività e presenza nel vivo della corsa da parte delle nostre atlete non si discutono neppure oggi – ha commentato Adelmo Meneguzzo, direttore sportivo del settore giovanile del Team Wilier Breganze – complimenti alla nostra Rossi per lo sprint disputato. Dovremo imparare a gestire meglio i finali e gli sprint affollati”. (Foto Ciclomarche – L’arrivo di oggi della gara femminile junior di Osimo)

Alberto Rigamonti e Beatrice Carollo – Ufficio Stampa Team Wilier Breganze

Comments are closed.