Il sigillo della Bertizzolo sulla “Piccola Coppa del Mondo” di Cittiglio

Pubblicato 29 Marzo 2015 | Strada

Il finale della Piccola Coppa del Mondo di Cittiglio, abbinata al Trofeo Da Moreno svoltosi stamattina in provincia di Varese, ha premiato lo sprint vincente della campionessa d’Europa e d’Italia Sofia Bertizzolo, che mette così il proprio nome nell’albo d’oro della prima edizione a carattere internazionale di una corsa tirata ed incerta sino all’ultimo. La Bertizzolo, già argento ai Mondiali su strada di Ponferrada, ha dimostrato ancora una volta di poter competere ai massimi livelli internazionali. Grazie ad una abile e ben giocata strategia di squadra che il Team Wilier Breganze ha messo in atto negli ultimi chilometri. Prima il forcing sulla salita clou di giornata, quella di Orino, poi il tentativo della Beggin ed infine l’affondo decisivo allo sprint in leggera salita della Bertizzolo. Il confronto autentico a Cittiglio è stato tutto negli ultimi chilometri con la fuga a cinque diretta al traguardo: si è trasformato in un avvincente testa a testa tra il Team Wilier Breganze e la nazionale della Francia, in parità numerica ed in scontro diretto. L’attacco della Beggin, il contrattacco della Bertizzolo, tutti riassorbiti dalla coppia transalpina e dalla danese Simone Eg, quinta componente della fuga decisiva. Lo sprint non ha lasciato spazio a dubbi di sorta. Su un arrivo a lei congeniale, la Bertizzolo non si è fatta sorprendere ed ha fatto in tempo ad alzare il braccio nel segno del trionfo. La trevigiana di Borso del Grappa, diciotto anni il prossimo 21 agosto, ha preceduto la francese Juliette Labous. A Sofia Beggin il bronzo meritatissimo con due dei tre gradini del podio firmati Team Wilier Breganze. La Beggin a sua volta è riuscita a precedere l’altra transalpina della fuga, Maelle Grossetete. Un primo alloro da condividere con tutta la squadra, sempre presente sin dall’avvio ad eccezione di Sara Pillon, rimasta vittima di una caduta senza conseguenze particolari. Per la Bertizzolo, che tra le junior sotto la maglia di campionessa d’Europa ha sempre quella tricolore su strada e su pista ma anche un argento ai mondiali su strada ed un altro argento ai campionati italiani a cronometro, parole di soddisfazione per la conquista di un traguardo così prestigioso ed anche di stima per la compagna Beggin, con lei capace di orchestrare un finale superbo ed adatto ad atlete di fondo capaci di fare selezione. (Foto Team Wilier Breganze)

Alberto Rigamonti e Beatrice Carollo – Ufficio Stampa Team Wilier Breganze

Comments are closed.