Spettacolare cronometro nel Vergante il penultimo giorno del “Giro Rosa”

Pubblicato 28 Gennaio 2015 | Notizie varie

Non solo montagne durante il fine settimana conclusivo della 26ma edizione del Giro Ciclistico d’Italia Internazionale Femminile: sabato 11 luglio si correrà nella storica regione del Vergante, nella provincia piemontese di Novara, una cronometro individuale molto impegnativa con partenza da Pisano e arrivo a Nebbiuno dopo 21,700 chilometri attraversando, oltre ai già citati Comuni sede di tappa, quelli di Massino Visconti, Lesa, Carpugnino e Comnago, i quali si sono uniti nell’organizzazione di una delle tappe più decisive e “thrilling” del Giro Rosa 2015. Dopo il via da Pisano il tracciato si presenta subito molto vallonato e presenta una discesa tecnica di 3,5 chilometri che da Massino Visconti porta a Lesa, sul Lago Maggiore. Da qui si risale immediatamente sulle colline sovrastanti verso Comnago per 4 chilometri per poi restare in quota sulle tortuose strade dominanti il Verbano fino al traguardo di Nebbiuno, sede di importantissimi eventi ricchi di tradizioni locali quali la annuale Sagra della Fragola in località Fosseno e la Transumanza, i quali raccolgono la presenza di migliaia di persone a ogni edizione. Elis Piaterra, sindaco di Nebbiuno e portavoce dei Comuni organizzatori, ci parla del territorio del che ospita la tappa: “Il territorio del Vergante deve la sua fortuna e fama al particolare clima mite di cui sempre ha goduto grazie alla vicinanza del lago Maggiore ed ai boschi che sorgono alle spalle. Fiorente è l’attività florovivaistica del territorio che ha permesso di far conoscere Nebbiuno come “il paese dei fiori”. Accanto a questa attività si è sviluppato il turismo, proprio grazie allo splendido panorama ed al clima mite. Da sempre Nebbiuno è stato, nel Vergante, il centro capofila per gli sport. Accanto al campo da calcio vanta campi da tennis, campetti da calcetto ed una piscina coperta che, nella stagione estiva può sfruttare un magnifico solarium. Numerosi sono poi gli eventi e le sagre che, grazie all’impegno delle varie Associazioni presenti, ravvivano nel corso dell’anno la vita di questo territorio. Tra le manifestazioni più popolari la Sagra della Fragola e la Transumanza. Invidiabili sono i percorsi e le escursioni tra la natura, sia per passeggiate che per percorsi in bicicletta o Mountain bike”. Elisa Longo Borghini, protagonista nella ricognizione della tappa insieme al fratello Paolo e tra le atlete più attese del 26° Giro Rosa, commenta in sintesi il tracciato: “E’ una cronometro dura e importantissima, pensando che sarà al penultimo giorno di gara, alla vigilia del gran finale a San Domenico di Varzo. In questi casi servirà avere molta energia nelle gambe, lucidità e attenzione visto il percorso molto tecnico e abbastanza lungo per una prova individuale contro il tempo. Secondo me può risultare più decisiva di certe tappe di montagna. Il finale del Giro Rosa sulle strade di casa? E’ una grande emozione e farò di tutto insieme alle mie compagne di squadra per ottenere il migliore risultato possibile”. (Foto di Flaviano Ossola)

A THRILLING INDIVIDUAL TIME TRIAL IN THE FINAL WEEKEND OF THE 26TH GIRO ROSA

There will not be only high mountains during the last weekend of the Giro Rosa 2015: on Saturday, 11th July an individual Time Trial Stage has been officially programmed in the historical region of Vergante, in the province of Novara, Piemonte. The stage is along a 21.7 km long route between the villages of Pisano and Nebbiuno and it passes through Massino Visconti, Lesa, Carpugnino and Comnago, which united themselves to organize this important sport event. After the start in Pisano the route is immediately very technical, up and down on the hills before descending for 3.5 km from Massino Visconti to Lesa, on the Lake Maggiore. From here the riders will suddenly go up for 4 km to Comnago before finishing the stage in Nebbiuno. This village is touristically well known for its traditional, popular events like the “Sagra delle Fragole” (Feast of the Strawberries) and the “Transumanza” (Transhumance) which attract thousands of people every year. The Major of Nebbiuno and spokesperson of the Stage Organization, Elis Piaterra, talks about the land of Vergante: “The territory has become famous due to its very mild climate the forests and for its proximity to the Lake Maggiore. In this region there is an intense floricultural activity, which permits to identify Nebbiuno as the “Village of Flowers”. Tourism is developing for the great panoramas, landscapes and mild climate: since ancient times Nebbiuno is the local main village of sports. Next to the football stadium there are tennis courts, Futsal pitches and a covered swimming pool with its amazing solarium which is open during summertime. There is a huge number of events and feasts during all the year: we recommend to visit the Sagra delle Fragole and the Transumanza. And for lovers of walking, trekking and biking there are many routes to go and walk through”. Elisa Longo Borghini, who has been protagonist of the stage recognition with her brother Paolo, talks about the route of this Time Trial: “It’s a very important and hard stage, thinking that it will be run at the penultimate day of race, one day before the big final event of the 26th Giro Rosa in San Domenico di Varzo. A lot of energy in our legs, lucidity and attention will be needed, the route is very technical and quite long for being an Individual Time Trial. In my own opinion this stage can be more decisive than an Alpine one. The big final in my home roads? It’s indeed a big emotion and I will make my best with my teammates to get the best result possible”. (Photo Flaviano Ossola) 

Cycling Communication – Ufficio Stampa Giro Rosa 2015

Comments are closed.