Guerciotti: fango, gloria e tante vittorie… Presentato il Team 2014-2015

Pubblicato 13 Gennaio 2015 | Ciclocross / MTB

Il Gruppo Sportivo Guerciotti nasce nel 1977 per iniziativa di Paolo Guerciotti,  ex  corridore  ciclista  che  dopo  aver  gareggiato  su  strada  con  successo  nel  periodo  1961-66,  nel  1967  decide  di  dedicarsi  esclusivamente  al  ciclocross  concludendo  la  propria  attività  agonistica  nel  1980.  Paolo  naturalmente  è  leader  della  Cicli  Guerciotti,  azienda  di  Milano  che  riscuote  consensi  nella  costruzione e vendita di telai e bici da corsa. Il dilettante pugliese Vito Di Tano,  specialista di pioggia e fango,  diventa corridore simbolo del team Guerciotti  vincendo due Campionati del Mondo di ciclocross; nel 1979 a Saccolongo, in  Veneto, e nel 1986 a Lembeek (Belgio). Sono soprattutto pioggia e percorsi  molti fangosi a mettere le ali a Vito. In poco tempo il corridore pugliese diventa  per tutti il  “Trans Europ Express” del fango.  Grazie alle imprese agonistiche di Di Tano, vincitore  altresì di 6 Campionati  italiani,  e ai risultati prestigiosi di crossisti azzurri come Flaiban, De Capitani,  Gian  Mario  e  Luca  Bramati,  il  team  milanese  s’impone  sulla  scena  ciclistica  come  più  competitiva  e  vittoriosa  squadra  di  cross.  Nel  1983  a  potenziare  l’organico  atletico  arriva  il  belga  Roland  Liboton,  che    nei  sentieri  inglesi  di  Birmingham  si  aggiudica  il  Mondiale  di  ciclocross  professionisti,  come  pure  l’anno successivo a Oss in Olanda.  Da notare che nel 1984 la Guerciotti si aggiudica pure il Campionato del Mondo  di ciclocross per dilettanti sul tracciato di Oss grazie alla giovane potenza di  Rodomir  Simunek,  nato  nella  nazione  allora  denominata  Cecoslovacchia.   Paolino Guerciotti diventa il “Re della campagna acquisti” anche per l’ingaggio  del potente ed estroso tedesco Mike Kluge. Colui che in tempi brevi  guadagna  il  soprannome  di  SuperMike  trionfa  nel  Mondiale  dilettanti  1987  sul  circuito  ghiacciato di Mlada Boleslav, nella fredda Boemia. Il vigore atletico di Kluge è  impressionante  negli  zigzaganti  sentieri  tra  i  boschi  boemi.        Sempre  tra  i  dilettanti,  nel  1988  è  il  cecoslovacco Karel  Camrda  a  conseguire  il    settimo  successo iridato di Casa Guerciotti vincendo il Campionato del Mondo nel gran  fango e sui ripidi pendii di Hagendoorf, nel nord della Svizzera. I successi ai  Mondiali proseguono anche nel 1989 per merito di Andrej Glajza (Repubblica  Ceca)  che a Pont Chateau, in Francia, trionfa tra i dilettanti. Nel 1993 è il  danese Henrik Djernis a conquistare la maglia iridata dei dilettanti a Corva, in  Friuli, con l’enfant du pays Daniele Pontoni che termina al terzo posto. L’acuto  di  Djernis  fa  salire  a  nove  i  titoli  iridati  per  il  team  milanese.  Nel  1994  la  squadra Guerciotti arricchisce il proprio organico ingaggiando proprio Pontoni,  uomo-faro del ciclopratismo italiano e ormai star internazionale . Il Mondiale di  cross Daniele l’ha già vinto nel ’92, tra i dilettanti, a Leeds; apparteneva alla  Zalf. Daniele regala al team Guerciotti 4 Campionati Italiani, nel 1995/96/97 e  anche 1999, edizione organizzata da Paolo Guerciotti & company a Sirone, nel  Lecchese. Inoltre Daniele trionfa nella Coppa del Mondo 1995. Il capolavoro  Pontoni lo compie all’Olimpia Park di Monaco di Baviera. E’ il gennaio 1997 e il   friulano conquista un altro titolo iridato alzando le braccia sul rettilineo d’arrivo  ricavato dal tratto finale della pista di atletica leggera dello stadio Olimpico di  Monaco. E’ l’impianto in cui ha giocato molti anni il Bayern Monaco, ovvero la  più popolare tra le squadre della Bundesliga. L’iride 1997 vale di più rispetto a  quello  di  Leeds  ’92:  a  Monaco  infatti  è  Campionato  del  Mondo  open  e  il   dilettante elite Pontoni batte i migliori professionisti, alcuni dei quali notissimi  al  grande  pubblico  di  Parigi-Roubaix,  Sanremo,  Tre  Valli  Varesine  e  altre  classiche  su  strada.  E  pure  i  dilettanti  più  forti  devono  arrendersi  allo  strapotere di Pontoni. Djernis e altri stranieri della Guerciotti vincono numerosi  titoli nazionali nei loro Paesi. E’ il gennaio 2002 e a Sassuolo, sui prati che  fiancheggiano  i  numerosi  stabilimenti  di  ceramiche,  si  corre  il  Campionato  italiano  donne  juniores  di  ciclocross.  La  prima  a  tagliare  il  traguardo  è  Francesca Cucciniello con le treccine bionde e la maglia giallo-nera della Selle  Italia – Guerciotti. Elisabetta Borgia invece il tricolore cross delle juniores lo  conquista a Verbania nel gennaio 2004.     La  storia  recente  del  team  ha  tuttavia  come  principale  protagonista  Marco  Aurelio Fontana. Nel 2006 riporta in Casa Guerciotti un importante Campionato  italiano under 23 a Lecce. Nei prati del Salento la società di Paolo Guerciotti si  fa onore anche con donne ciclocrossiste e giovani, che regalano al team altre   maglie tricolori. Elisabetta Borgia è una delle titolate: suo il tricolore under 23. Sempre  in  maglia  Selle  Italia  –  Guerciotti  il  brianzolo  Fontana  conquista  a  Scorzè (Venezia) la maglia tricolore elite. Anche Fontana firma un’impresa   sotto la pioggia battente e fredda, stile Di Tano. Ai Campionati del Mondo di  Treviso 2008 l’estroso Marco Aurelio dà spettacolo nella gara open. A 2 giri  dalla conclusione Marco Aurelio è al comando e lancia la sfida a Boom e agli  altri  draghi  della  specialità.  Poi  Fontana  arriva  sesto,  ricevendo  comunque  l’ovazione dei 60 000 spettatori.    Gennaio 2010, all’Idroscalo di Milano  i ciclocrossisti si contendono le maglie  tricolori  di  cross  con  l’egida  organizzativa  di  Guerciotti.  La  società  milanese  vince un titolo: il merito è della ciclogirl Stefania Vecchio, prima tra le under  23. Il Giro d’Italia open di ciclocross termina col trionfo di Elia Silvestri, under  23 vessillifero della Selle Italia – Guerciotti – Elite. Nelle 5 prove del Giro il  potente Silvestri è più bravo di elite e professionisti. Dopo tante maglie dei   Campionati del Mondo e di titoli nazionali, in Casa Guerciotti arriva la maglia  rosa. La  stagione  invernale  2010  –  011  inizia  bene  con  Silvestri  secondo  nel  Campionato d’Europa under 23 a Francoforte e Francy Cucciniello dominatrice  delle prime prove del Giro d’Italia cross per donne elite, under 23 e juniores. Ai  Campionati italiani  di Roma è il valtellinese Silvestri a regalare alla famiglia  Guerciotti  un  tricolore  bellissimo.  Elia  all’Ippodromo  delle  Capannelle  è  esattamente come un gladiatore al Colosseo.  Settembre 2011,  il  team  Selle  Italia  –  Guerciotti  –  Elite  ingaggia  Enrico  Franzoi,  corridore  di  notevole  prestigio  nell’ambito  ciclocrossistico.  E  il  trevigiano nato nel 1982 e vincitore di un Mondiale under 23 nel 2003 ripaga la  fiducia di Paolo e Alessandro Guerciotti a suon di vittorie. Franzoi trionfa al Giro  d’Italia open di ciclocross, challenge in cui oltre alla sua maglia rosa la squadra  milanese vince quella bianco-rosa, da miglior under 23, con Silvestri. Anche il  neoaquisto Gioele Bertolini, alla prima stagione invernale in maglia Selle Italia – Guerciotti – Elite, s’impone nel Giro d’Italia riservato agli juniores. La junior  Alice Arzuffi regala alla Casa milanese la vittoria nella graduatoria delle giovani  al Giro d’Italia. Da notare che il team di Milano è altresì primo nella graduatoria a squadre del Giro d’Italia.   I Campionati italiani di ciclocross a Vadena ( Bolzano ) sono altresì trionfali per  la  Selle  Italia  –  Guerciotti  –  Elite.  Gioele  Bertolini  è  Campione  d’Italia  degli  juniores,  Alice  Arzuffi  delle  juniores.  La  gara  con  più  pathos  nella  fredda  periferia di Bolzano è quella open . Due le maglie tricolori in palio , ovvero elite e under 23. Silvestri è protagonista della gara più bella della sua carriera; lui ,  ancora tesserato come under 23, quindi tra i giovani, è il primo assoluto a   tagliare il traguardo. L’under Elia Silvestri è Campione d’Italia e precede Marco  Aurelio Fontana, secondo assoluto, al quale va la maglia tricolore degli elite,  cioè  dei  più  professionalmente  “vecchi”,  in  massima  parte  professionisti.  Silvestri è primo assoluto nella gara open del Campionati italiani all’età di 21  anni e 9 mesi.  Stagione invernale 2012 – 13, l’ingordo Bertolini si aggiudica tutte le 6 prove  del Giro d’Italia juniores : è un record. Gioele vince l’ennesimo Giro d’Italia,  esattamente come Franzoi, che invece si “accontenta” di partecipare a 5 prove  (su  6)  del  Giro  d’Italia  open  e  di  vincerle  tutte.  Franzoi  si  aggiudica  il  Giro  open, challenge in cui la Guerciotti trionfa anche nella graduatoria under 23  (maglia  bianco-rosa)  con  Bryan  Falaschi.  Naturalmente  il  primo  posto  nella  classifca  a  squadre  è  ancora  del  Team  di  Paolo  Guerciotti.  Nella  stagione  invernale  2013/2014  la  squadra  si  mette  ancora  in  grande  evidenza.  Ai  Campionati Italiani di Orvieto conquista tre titoli: Gioele Bertolini è primo tra  gli under 23, Manuel Todaro fra gli juniores e Alice Arzuffi vince quello delle  donne under 23. Naturalmente la squadra lascia il segno anche al Giro d’Italia,  con Bertolini vincitore della graduatoria assoluta Open e Elena Valentini prima  tra le donne. I migliori alfieri Guerciotti proseguono la serie di trionfi anche  nell’inverno 2014/2015. “Il Giro d’Italia è cosa nostra”, afferma Alex Guerciotti.  Infatti nella Challenge sono tre le classifiche dominate dai boys di Guerciotti:  Bertolini  trionfa  nel  Giro  maschile  Open,  Alice  Arzuffi  è  regina  tra  le  donne  Open  e  l’emergente  Stefano  Sala  trionfa  tra  gli  juniores.  Ai Campionati italiani 2015 di Pezze di Greco ci pensa Alice Arzuffi a regalare  un altro titolo alla famiglia Guerciotti. E la storia continua.

TEAM 2014/2015 – PARCO ATLETI

CATEGORIA ELITE
Elia Silvestri (‘90)
Bryan Falaschi (’91)

CATEGORIA UNDER 23
Gioele Bertolini (’94)
Manuel Todaro  (’96)

CATEGORIA JUNIORES
Stefano Sala (’97)

CATEGORIA DONNE ELITE
Elena Valentini (’92)

CATEGORIA DONNE UNDER 23
Alice Arzuffi (’95)

CATEGORIA DONNE JUNIORES
Allegra Arzuffi (’98)

ORGANIGRAMMA DIRIGENZIALE E TECNICO

PRESIDENTE: Paolo Guerciotti
VICE PRESIDENTE: Gino Misiti
SEGRETARIO: Sergio Galli
TEAM MANAGER: Alessandro Guerciotti
DIRETTORE TECNICO: Vito Di Tano
MECCANICI: Giuseppe Colombo – Stefano Chiodini – Manuel Cucciniello
MEDICO SOCIALE: dott. Carlo Guardascione
ADDETTO STAMPA : Alessandro Brambilla

SPONSOR E FORNITORI TEAM

Ruote : URSUS
Attacchi/curve/reggisella/Nastri manubrio : Deda Elementi
Freni: TRP
Selle: Selle Italia
Pedali : Time
Rulli: Elite
Creme massaggi: Ozone Elite
Tubolari e coperture: Vittoria
Abbigliamento da gara e da riposo: Santini Maglificio Sportivo
Caschi e occhiali : Limar
Mezzi: Sesto Autoveicoli VW veicoli commerciali
Virtual Image
IMMOBILIARE ALMI
Avion
Ecostilla
Unico 1

RISULTATI STAGIONE IN CORSO 2014/2015

CATEGORIA ELITE
Elia Silvestri
3° Treviolo
3° Sirone
Bryan Falaschi
1° Beromuster (Svizzera – Internazionale C2)
1° Brugherio (Internazionale C2)
2° Steinmauer (Svizera – Internazionale  C2)
2° Campionato italiano elite (Pezze di Greco – Brindisi)
3° Baden (Svizzera – Internazionale C1)

CATEGORIA UNDER 23
Gioele Bertolini
1° Fiuggi (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Isola d’Elba (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Gran Premio Kyoto (Japan – Internazionale C2)
1° Gran Premio Nobeyama/1 (Japan – Internazionale C2)
1° Gran Premio Nobeyama/2 (Japan – Internazionale C2)
3° Rossano Veneto (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
2° Faè di Oderzo (Internazionale C2)
2° Silvelle (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Bosisio Parini
2° Roma (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
Vincitore Giro d’Italia Open 2014
Manuel Todaro
1° Sirone
1° Spresiano
2° Bosisio Parini
3° Campionato italiano under 23 (Pezze di Greco – Brindisi)

CATEGORIA JUNIORES
Stefano Sala
2° Fiuggi (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Isola d’Elba (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Brugherio (Internazionale C2)
2° Rossano Veneto (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Faè di Oderzo (Internazionale C2)
2° Roma (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
2° Campionato italiano juniores (Pezze di Greco – Brindisi)
Vincitore Giro d’Italia Juniores 2014

CATEGORIA DONNE ELITE
Elena Valentini
1° Beromuster (Svizzera – Internazionale C2)
1° Gran Prix Schlosscross (Svizzera – Internazionale C2)
2° Brugherio (Internazionale C2)
3° Campionato italiano elite (Pezze di Greco – Brindisi)

CATEGORIA DONNE UNDER 23
Alice Arzuffi
1° Fiuggi (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
2° Isola d’Elba (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
3° Campionato Europeo Donne Under 23 Losch – Germania
2° Charcheville (Francia)
1° Gran Premio Kyoto (Japan – Internazionale C2)
1° Gran Premio Nobeyama/1 (Japan – Internazionale C2)
1° Gran Premio Nobeyama/2 (Japan – Internazionale C2)
2° Rossano Veneto (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
2° Silvelle (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Spresiano
2° Roma (Giro d’italia Cross – Internazionale C2)
1° Campionato italiano under 23 (Pezze di Greco – Brindisi)
Vincitrice Giro d’Italia Donne open 2014

CATEGORIA DONNE JUNIORES
Allegra Arzuffi
1° Treviolo
1° Spresiano
1° Roma (Giro d’italia Cross)
3° Campionato italiano juniores (Pezze di Greco – Brindisi)

Alessandro Brambilla – Ufficio Stampa Selle Italia Guerciotti Elite

Comments are closed.