Prevot-Foto-OSSOLA

“Campionati Europei MTB”: l’iridata Ferrand Prevot vince anche il titolo continentale

Pubblicato 17 ottobre 2020 | Ciclocross / MTB

“Ancora un quarto posto!” Mirko Celestino non si lascia sfuggire il disappunto per il risultato dell’ultima gara della giornata agli Europei in Svizzera, quella dedicata agli Elite. Luca Braidot, come in occasione dei Mondiali una settimana fa, si ferma ancora ai piedi del podio. “Per una manciata di secondi – esclama il tecnico azzurro -, nonostante una prova di grande carattere e una condizione che forse è arrivata troppo tardi, visto che ormai siamo al termine della stagione.” Vince il titolo Nino Schurter, il signore delle ruote grosse, che non può mancare di regalare la gioia più grande al pubblico amico. Lui che la scorsa settimana, al mondiale, aveva bucato la gara, chiudendo lontano dal podio. Oggi ha sofferto nel confronto con il francese Carod, staccandosi a più riprese ma tornando sempre sull’avversario, per staccarlo a sua volta nelle fasi finali.

Gara di sofferenza e grande determinazione anche quella di Luca: “E’ stato molto bravo a resistere ai tre di testa (oltre ai due citati anche il tedesco Flueckiger, poi terzo all’arrivo, ndr) i quali, ogni volta che allungavano, riuscivano a staccarlo. Ma poi rientrava, senza mai mollare. Insomma ha dimostrato grande carattere. Peccato che questo non sia bastato a salire sul podio. Ha perso una medaglia per una manciata di secondi.. dispiace ma non gli posso rimproverare nulla”. Si è rivisto tra i primi anche Gerhard Kerschbaumer, oggi sesto: “Finalmente l’abbiamo visto in gara con la grinta e la cattiveria giusta per prove di questo tipo…” ha ricordato Celestino che ha apprezzato anche la prova di Mirko Tabacchi, settimo: “Ha dimostrato una determinazione che avrebbe meritato miglior sorte. Il suo settimo posto e tre italiani nei dieci dimostra che la squadra c’è e che abbiamo fatto quanto era nelle nostre possibilità.”. Più staccati Daniele Braidot e Nadir Colledani, che sono andati incontro ad una giornata storta, senza per questo mai alzare bandiera bianca: “Ai ragazzi dico sempre che bisogna lottare fino alla fine, anche in presenza di un giorno sbagliato. Anzi, si migliora e si diventa forti proprio stringendo i denti in una giornata negativa”.

L’Europeo donne elite ha visto ancora sul gradino più alto del podio la campionessa del mondo e dominatrice del circuito, la francese Pauline Ferrand Prevot. Alle sue spalle, staccata di 41″, è giunta l’olandese Anne Terpstra. Terza l’ucraina Yana Belomoina. Nessuna italiana in gara. (Foto di Flaviano Ossola)

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

ORDINE D’ARRIVO “CAMPIONATO EUROPEO MTB ELITE” A MONTE TAMARO (SVIZZERA):
1) Ferrand Prevot Pauline (Francia) 5 Giri in 1h13’24”.600
2) Terpstra Anne (Paesi Bassi) a 41”
3) Belomoina Yana (Ukraina) a 56”
4) Richards Evie (Gran Bretagna) a 1’05”
5) Frei Sina (Svizzera) a 1’39”
6) Gerault Lena (Francia) a 2’22”
7) Wloszczowska Maja (Polonia) a 2’55”
8) Brandau Elisabeth (Germania) a 3’10”
9) Koller Nicole (Svizzera) a 3’11”
10) Short Isla (Gran Bretagna) a 3’39”
11) Loiv Janika (Estonia) a 4’10”
12) Forchini Ramona (Svizzera) a 4’24”
13) Cabelicka Jitka (Repubblica Ceca) a 4’36”
14) Stirnemann Kathrin (Svizzera) a 4’42”
15) Indergand Linda (Svizzera) a 4’51”
16) Garcia Martinez Rocio Del Alba (Spagna) a 5’02”
17) Degn Malene (Danimarca) a 5’22”
18) Rieder Nadine (Germania) a 5’28”
19) Zakelj Tanja (Slovenia) a 5’33”
20) Von Berswordt Sophie (Paesi Bassi) a 5’40”
21) Stepanova Karla (Repubblica Ceca) a 5’57”
22) Bresset Julie (Francia) a 6’15”
23) Keller Alessandra (Svizzera) a 6’34”
24) Waldis Andrea (Svizzera) a 7’54”
25) Czeczinkarova Jana (Repubblica Ceca) a 8’05”
26) Solus-Miskowicz Katarzyna (Polonia) a 8’31”
27) Gorycka Paula (Plonia) a 9’52”
28) Mottus Marie-Liis (Estonia) a 12’16”
29) Ames Kim Anika (Germania) a 14’28”
30) Keseg Stevkova Janka (Slovacchia) a 1 Giro
31) Tauber Anne (Paesi Bassi) a 1 Giro
32) Wojtyla Gabriela (Polonia) a 1 Giro
33) Slobodyan Iryna (Ukraina) a 1 Giro

Comments are closed.