Podio Italiano

Rodman Azimut: una super Vittoria Grassi ai “Campionati Italiani su Pista”

Pubblicato 2 agosto 2019 | Pista

Finalmente è tornata! Dopo un incredibile 2017 nella categoria G6 e l’infortunio alla gamba del febbraio 2018 Vittoria Grassi torna a far parlare di se nel ciclismo giovanile. Le indubbie qualità di velocista hanno permesso alla portacolori della Rodman Azimut di salire sul gradino più alto del podio per ben due volte durante il Campionato Nazionale 2019, appena concluso sulla pista di casa di San Francesco al Campo. La prima maglia tricolore è arrivata in coppia con Anita Baima (Cicli Fiorin), altra ragazzina molto promettente, considerando che si tratta del suo primo anno nella categoria esordienti. Si sono aggiudicate la gara di velocità a squadre grazie alla loro perfetta armonia. Lo scatto bruciante di Vittoria e la resistenza alle alte velocità di Anita hanno permesso alle due ragazze piemontesi di ottenere un favoloso tempo di 31”3, lasciando le seconde a quasi 7 decimi, un tempo degno della categoria allieve, le più grandi, dove avrebbero ottenuto addirittura un terzo posto.

Il secondo successo invece è tutto individuale, sulle tre prove che caratterizzavano l’Omnium sprint. Si iniziava con i 200 metri, dove ha ottenuto un lusinghiero 13”1, lasciando la seconda, Asia Rabbia (Vigor Lady), anche lei piemontese, a mezzo secondo di distacco. Qualche problemino in più sull’estenuante prova di velocità dove le tre sfide hanno portato due successi ai quarti ed in semifinale e la sconfitta nella prova decisiva contro l’ emiliana Sara Capellari (Re Artù). Sembrava difficile, vista la stanchezza, ottenere la maglia tricolore ma una prova magistrale nel keirin, con la vittoria in una volata serratissima, ha dimostrato che la più forte di giornata è stata la ragazza della Rodman Azimut di None.

Molto bravi nella gestione della due giorni in pista il tecnico regionale Francesco Giuliani ed i suoi collaboratori Daniele Fiorin e Stefano Peiretti, che hanno utilizzato al meglio le energie dei ragazzi ed il materiale tecnico per ottenere il massimo risultato possibile. Le cure dei due allenatori alla Rodman Azimut di None durante tutta la stagione, Ivan Burello e Francesco Oliva, hanno finalmente dato i frutti sperati. La ricostruzione fisica e soprattutto morale è stata lunga e difficile ma la costanza e la perseveranza hanno premiato questa giovane atleta. (Foto tratta da Comunicato Stampa)

Ufficio Stampa Rodman Azimut

Comments are closed.