Lechner

“Internazionali d’Italia Series MTB”: incognita meteo per le grandi sfide di Nalles (BZ)

Pubblicato 13 aprile 2019 | Ciclocross / MTB

La primavera del cross country entra nel vivo, e come sempre c’è il Marlene Südtirol Sunshine Race a misurare la febbre a coloro che puntano ad essere protagonisti ai massimi livelli della disciplina olimpica della Mountain Bike. Domenica 14 Aprile a Nalles, la gara Hors Categorie organizzata da Sunshine Racers Nals taglia il traguardo della 19a edizione con un campo partenti d’eccezione, destinati a dare vita ad una seconda tappa di Internazionali d’Italia Series spettacolare ed incerta. La lunga salita dell’Usignolo metterà alla prova le doti dei migliori scalatori del lotto, ma quest’anno come non mai anche la discesa sulle radici del bosco verso il centro di Nalles potrebbe fare la differenza: sulle gare di domenica incombe infatti il rischio pioggia, sebbene le previsioni in miglioramento facciano tendere all’ottimismo.

A Nalles l’ultima gara in condizioni di bagnato pesante risale addirittura al 2002, e impressiona pensare che il vincitore di allora, Martino Fruet (Lapierre-Trentino-Alè), sarà al via anche questa domenica, con il numero 71 e tutto l’entusiasmo dei suoi 41 anni. Stavolta, però, i favoriti sono altri: nel paddock i nomi più gettonati sono quelli di Stephane Tempier (Bianchi Countervail) e Maxime Marotte (Cannondale Factory Racing) fra gli uomini, la vincitrice 2018 Sina Frei (Ghost Factory Racing) e l’ex campionessa d’Europa Yana Belomoina (CST Bandd Safang) fra le donne.

E poi ci sono i due Campioni d’Italia: Gerhard Kerschbaumer (Torpado-Ursus) ed Eva Lechner (Torpado-Südtirol) gareggeranno a pochi chilometri da casa propria, con ogni possibilità di centrare il bersaglio grosso. Kerschbaumer avrà l’onore di partire con il numero 1 davanti al pubblico di casa, e ha tutte le doti per domare la salita dell’Usignolo. Eva Lechner ha visto sfumare un probabile successo ad Andora, nella “prima” di Internazionali d’Italia, per una foratura, e avrà voglia di rifarsi davanti a tanti volti amici, lei che dopo tre anni torna a correre ad appena 10 km da Appiano, dove vive. Del contingente altoatesino fanno parte anche Greta Seiwald (Santa Cruz – FSA), in grande forma in questo inizio di stagione, ed Eva-Maria Gatscher, portacolori della società organizzatrice, la Sunshine Racers Nals.

Il pronostico rimane comunque molto aperto. In campo maschile atleti come Luca Braidot (CS Carabinieri) e Manuel Fumic (Cannondale Factory Racing), già vincitore due volte in Alto Adige, e Jordan Sarrou (Absolut Absalon) non possono essere esclusi dai giochi, mentre fra le donne elite Anne Tauber (CST Bandd Safang), Elisabeth Brandau (Radon-Ebe), Linda Indergand e Karla Stepanova (Superior XC) e le atlete del Ghost Factory Racing Team Barbara Benkò, Anne Terpstra e Marika Tovo vorranno essere della partita.

“Il campo partenti è forte e agguerrito – conferma Stephane Tempier – ma le gambe girano bene, ed il successo della scorsa settimana ad Haiming mi dà fiducia. Conosco bene il percorso di Nalles, e mi piace molto, ma di recente non lo abbiamo mai affrontato sul bagnato, quindi la pioggia potrebbe mescolare le carte.” “Il fondo è battuto veramente alla perfezione,” ha aggiunto Luca Braidot dopo la ricognizione, “e quindi anche in caso di pioggia credo che il fango non sarà un fattore. Certamente le radici della lunga discesa verso Nalles diventerebbero più insidiose da affrontare. Quest’anno, per la prima volta da diversi anni, mi presento qui in buona condizione: con sole o pioggia, spero di sfruttarla”. Intanto il sabato di Nalles è stato dedicato, come da tradizione alla competizione tecnica per le categorie allievi ed esordienti, valida per una speciale combinata con i risultati della gara di domenica. Il programma di domani, domenica, prevede alle 8.30 le gare Donne Esordienti e Allieve, seguita dagli appuntamenti riservati a Uomini Esordienti (9.15), Uomini Allievi (10.00), Uomini Junior (11.15), Donne Open e Juniores (13.00) e, infine, Uomini Open (15.00). (Foto Credits: Mario Pierguidi)

Internazionali d’Italia Series Press Office

Comments are closed.