Casasola - Foto OSSOLA

“Campionati del Mondo di Ciclocross”: tutto pronto per le grandi sfide iridate

Pubblicato 1 febbraio 2019 | Ciclocross / MTB

Sono arrivati ieri in Danimarca a Bogenese, gli azzurri del Ciclocross guidati dal CT Fausto Scotti. La mattina di oggi è stata dedicata alla prova del percorso che da domani, sabato 2, fino a domenica 3 febbraio ospiterà i campionati del mondo di specialità dove in palio ci saranno cinque titoli iridati. La selezione azzurra non sale sul podio dall’edizione di Hoogerheide 2014, con l’argento di Eva Lechner della prova Elite femminile. Ma quest’anno la selezione guidata da Fausto Scotti cercherà di giocarsi al meglio le sue carte per dare l’assalto al podio, anche se la concorrenza sarà di altissimo livello.

LE IMPRESSIONI DI DORIGONI E BERTOLINI – L’azzurro U23 Jakob Dorigoni, che domani dalle ore 13.00 prenderà il via alla sua corsa iridata, è molto soddisfatto del percorso: “Una prova percorso davvero utile. Ho dovuto scaldarmi per qualche giro poi ho preso il ritmo ed il giusto feeling. E’ veloce e tecnico. C’è un punto cruciale in pianura che costeggia il mare. Qui bisognerà fare attenzione al vento e alle energie. Sarà necessario anche partire bene, considerando la possibile presenza del ghiaccio e le condizioni meteo che probabilmente troveremo. Siamo sul mare, quindi a preoccuparci non è tanto il freddo, ma l’umidità. Una buona partenza significa anche saper calibrare le energie e non entrare nello stress dell’inizio. Avversari? Molti. Su tutti Pidcock, che ha dimostrato durante la stagione di essere il più forte. Ma non bisogna sottovalutare nessuno, tanto meno il campione del mondo”. Anche per Gioele Bertolini, in gara domenica 3 nella prova uomini Elite, un sopralluogo utile per mettere in luce la sua motivazione: “E’ un percorso veloce e tecnico. Vediamo come si metterà il meteo domenica. Sono motivato e pronto a dare tutto anche perché qui ho sfiorato la top dieci in Coppa del Mondo. Un occhio sarà sempre sui belgi e olandesi anche se bisognerà stare attenti in ogni momento vista la caratteristica del percorso davvero veloce”.

L’azzurra Eva Lecher proverà invece il percorso nel pomeriggio di oggi. Ultima italiana a segno in una competizione iridata, la veterana della squadra azzurra ha vissuto una stagione piuttosto regolare, centrando due sesti posti in Coppa del Mondo e laureandosi campionessa italiana per la decima volta in carriera. Il Mondiale rappresenta l’occasione perfetta per lasciarsi andare anche in campo internazionale. Non starà di certo ferma a guardare la compagna di squadra Alice Maria Arzuffi. La brianzola ha disputato una buona Coppa del Mondo, salendo anche sul podio nella tappa di Tabor (Repubblica Ceca), e in novembre è entrata nella storia del ciclocross azzurro diventando la prima donna ad imporsi in una prova del Superprestige, a Gavere (Belgio). La 24enne può sognare in grande, anche se le avversarie non mancheranno, con le olandesi Marianne Vos e Lucinda Brand, apparse in grande condizione nella gara della scorsa settimana.

Fari puntati anche sulle catgorie giovanili: oltre al favorito Jakob Dorigoni, attenzione alle possibili sorprese Antonio Folcarelli e Stefano Sala. Al femminile, tra le U23 la punta sarà invece Francesca Baroni, che gareggerà al fianco di Silvia Persico e Sara Casasola in una gara difficile da leggere alla vigilia vista la sua assenza nel massimo circuito internazionale. Saranno infine ben cinque gli azzurri al via tra gli Junior. Tommaso Bergagna e Davide Toneatti hanno entrambi sfiorato il podio in questa stagione, mentre Davide De Pretto, Samuele Leone e Emanuele Huez hanno faticato maggiormente, ottenendo come miglior risultato rispettivamente un ottavo, un undicesimo e un dodicesimo posto.

OBIETTIVI AZZURRI, IL CT SCOTTI“Su tutto dovremmo fare i conti con il meteo: neve o pioggia e temperature basse. Siamo consapevoli che possiamo fare bene e che riusciremo a difenderci in ogni categoria. Tra gli elite conosciamo bene gli spunti di Gioele e sappiamo che può mirare ad un ottimo piazzamento. Anche le donne, Eva ed Alice, possono giocarsi il podio. Aspettiamoci uno spettacolo tra le donne U23 che possono inserirsi per la lotta ad un ottimo risultato. Con Jakob Dorigoni sarà una vera battaglia tra gli U23: è un atleta costante e consapevole che dovrà vedersela con l’iridato Eli Iserbyt (Belgio), il vincitore della Coppa del Mondo Uci Thomas Pidcock (Gran Bretagna) ed anche con il francese Antoine Benoîst. Può fare bene. E’ una delle nostre punte. Aspettiamoci un’altra gara entusiasmante dagli azzurrini uomini juniores: motivati, desiderosi di sfidarsi e con la grinta giusta. Un grazie alla riserva in patria, l’azzurro Luca Pescarmona”.

DIRETTE TV – Le due prove Elite saranno trasmesse in diretta tv da Eurosport 2, mentre le gare delle categorie giovanili andranno in onda in diretta streaming sulla piattaforma Eurosport Player. Rai Sport, che detiene i diritti della manifestazione in Italia, non ha al momento in programma alcuna diretta televisiva dell’evento sui propri canali, ma dovrebbe trasmettere le gare in diretta streaming su Rai Sport Web. (Foto di Flaviano Ossola)

PROGRAMMA

Sabato 2 febbraio
- ore 11,00: Juniores (diretta streaming su Eurosport Player)
- ore 13,00: Unde23 (diretta streaming su Eurosport Player)
- ore 15,00: Donne Elite (diretta tv su Eurosport 2, diretta streaming su Eurosport Player)

Domenica 3 febbraio
- ore 11,00: Donne U23 (diretta streaming su Eurosport Player)
- ore 15,00: Elite (diretta tv su Eurosport 2, diretta streaming su Eurosport Player)

Per l’evento sono stati convocati i sottoelencati atleti:

DONNE ELITE:
- Arzuffi Alice Maria (G.S. Fiamme Oro)
- Lechner Eva (Centro Sportivo Esercito)

DONNE U23:
- Baroni Francesca (Selle Italia Guerciotti Elite)
- Casasola Sara (Asd Dp66 Giant Smp Rigoni)
- Persico Silvia (Asd Gs Sorgente Pradipozzo)

UOMINI ELITE:
- Bertolini Gioele (Centro Sportivo Esercito)

UOMINI U23:
- Dorigoni Jakob (Selle Italia Guerciotti Elite)
- Folcarelli Antonio (Race Mountain Folcarelli Team)
- Sala Stefano (Selle Italia Guerciotti Elite)

UOMINI JUNIORES:
- Bergagna Tommaso (Jam’s Bike Team Buja)
- De Pretto Davide (Borgo Molino Rinascita Ormelle)
- Huez Emanuele (Ktm Alchemist Selle Smp Dama)
- Leone Samuele (Merida Italia Team)
- Toneatti Davide (Asd Dp66 Giant Smp Rigoni)
Riserva in patria: Pescarmona Luca – Merida Italia Team

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

Comments are closed.