Paternoster - Foto OSSOLA (2)

Coppa del Mondo su Pista: il bilancio dell’ultima giornata di gare a Berlino

Pubblicato 2 dicembre 2018 | Pista

Non era cominciata sotto una buona stella per l’Italia la terza prova di Coppa del Mondo su pista disputata a Berlino con l’esclusione del quartetto maschile dal primo round. Tuttavia, nella seconda giornata aveva risollevato le sorti la splendida medaglia d’argento di Letizia Paternoster nell’omnium. Purtroppo oggi, nella terza e ultima giornata, proprio l’azzurra è stata vittima di una brutta caduta mentre era impegnata nel madison in coppia con Maria Giulia Confalonieri. Attimi di spavento dissipati dal tweet di Letizia dopo gli accertamenti in ospedale. Già quando aveva lasciato il velodromo era perfettamente cosciente: “È stato un brutto spavento, ma la situazione è ora sotto controllo”.

La gara è proseguita senza la coppia italiana e quella messicana. Al termine ha prevalso la Gran Bretagna con Laura Kenny Laura ed Emily Nelson Emily, che hanno accumulato 37 punti. Argento alla Danimarca (Julie Leth e Trine Schmidt) con 28 punti, bronzo a Belgio (Jolien D’Hoore, Lotte Kopecky) 14 punti. Oggi c’è stato l’atteso ritorno di Elia Viviani nell’omnium che lo vide trionfare alle Olimpiadi di Pechino. Elia stesso ha sintetizzato così la sua gara: “L’obbiettivo era una top 5, per un punto sono finito 6°, in ogni caso punti importanti in chiave qualifica Olimpica!” Con 98 punti l’azzurro ha sfiorato di un solo punto il quarto posto occupato dal greco Volikakis. Ha vinto l’australiano Sam Welsford con 128 punti davanti allo spagnolo Albert Torres Barcelo (118 punti) e all’olandese Jan Willem Van Schip (113 punti).

Questi i piazzamenti parziali di Viviani: ottavo nello scratch, sesto nella gara a tempo, quinto nell’eliminazione, nono nella corsa a punti. In chiave azzurra da evidenziare l’ottavo posto di Miriam Vece nella finale dei 500 metri a cronometro in 34”390. Oro all’ucraina Olena Starikova in 33”210, argento alla tedesca Miriam Welte in 33”400, bronzo a Daria Shmeleva (Rvl) in 33”435. La stessa Vece si era piazzata al 21° posto del keirin vinto da Laurine Van Riessen (Bcc) davanti alla tedesca Emma Hinz e a Yuka Kobayashi (Dsr). Infine, L’australiano MatthewGlaetzer è il re dello sprint. Argento a Buchli (Bcc), bronzo al francese Helal. (Foto di Flaviano Ossola)

KEIRIN:
1° ROUND 1 234 Krupeckaite Simona Ltu 2 224 Lee Hyejin Kor; Kobayashi Yuka Dsr 2 71 Van Riessen Laurine Bcc; 64 Morton Stephanie Aus 2 207 Ohta Riyu Jpn; Hinze Emma Ger 2 254 Braspennincx Shanne Ned – Vece Miriam sesta nella 4^ manche

FINALE 1-6:
1) Van Riessen Laurine (Bcc)
2) Hinze Emma (Ger)
3) Kobayashi Yuka (Dsr)
4) Braspennincx Shanne (Ola)
5) Krupeckaite Simona (Ltu)
6) Morton Stephanie (Aus)

FINALE 7-12:
7) Ohta Riyu (Giap)
8) Lee Hyejin (Cor)
9) Zhong Tianshi (Cina)
10) Gnidenko Ekaterina (Rus)
11) Voinova Anastasiia (Rvl)
12) Bayona Pineda Martha (Col)
21) Vece Miriam

ORDINE D’ARRIVO 500 METRI:
1) Starikova Olena (Ucr) in 33”.210
2) Welte Miriam (Ger) 33.400
3) Shmeleva Daria (Rvl) 33.435
4) Ligtlee Elis (Ola) 33.828
5) Los Urszula (Pol) 34.144
6) Calvo Barbero Tania (Spa) 34.317
7) Bate Lauren (Gbr) 34.379
8) Vece Miriam (Ita) 34.390

ORDINE D’ARRIVO MADISON:
1) GRAN BRETAGNA (Kenny Laura, Nelson Emily) – Punti 37
2) DANIMARCA (Leth Julie, Schmidt Trine) 28
3) BELGIO (D’Hoore Jolien, Kopecky Lotte) 14
4) RUSSIA (Novolodskaya Maria, Badykova Gulnaz) 14
5) USA (Valente Jennifer, Ryan Kendall) 8
6) AUSTRALIA (Ankudinoff Ashlee, Cure Amy) 7
7) CANADA (Roorda Stephanie, Beveridge Allison) 5
8) POLONIA (Pikulik Daria, Plosaj Nikol) 3
9) UCRAINA (Nahirna Anna, Solovei Ganna) 0
10) GERMANIA (Brausse Franziska, Teutenberg Lea Lin) 0
11) SVIZZERA Black (Seitz Aline, Waldis Andrea) 0
12) OLANDA (Pieters Amy, De Zoete Mylene) 0
13) IRLANDA (Gurley Lydia, Mccurley Shannon) 0
14) GIAPPONE (Hashimoto Yuya, Nakamura Kisato) 0
15) REP. CECA (Kohoutkova Katerina, Hochmann Lucie) -20
16) CINA (Yang Qianyu Pang, Yao Black) -20
DNF – ITALIA (Paternoster Letizia, Confalonieri Maria Giulia)
DNF – MESSICO (Arreola Navarro Sofia, Salazar Vazquez Lizbeth)

Comunicato Stampa a cura della F.C.I. – www.federciclismo.it

Comments are closed.