Bariani

Team Wilier – Breganze: Giorgia Bariani protagonista a Buttrio (BZ)

Pubblicato 16 aprile 2018 | Strada

La 23° Giornata Rosa di Buttrio (Ud) ha visto verificarsi, purtroppo, dei più che umani sbagli da parte dell’organizzazione. La gara delle ragazze juniores di Davide Casarotto, dopo le quattro tornate pianeggianti dove il gruppo è rimasto sostanzialmente compatto, ha visto frammentarsi in più drappelli la testa del gruppo. Giusto prima di imboccare la strada che portava al secondo passaggio sul GPM di giornata, le due ragazze al comando, Elena Pirrone (Astana Women’s Team) e Vittoria Guazzini (Zhiraf Guerciotti), sono state condotte sulla parte opposta del circuito, mentre il gruppo delle immediate inseguitrici affrontava, giustamente, lo strappo del Castello di Buttrio. Dopo una serie di temporeggiamenti e l’inevitabile, sebbene indesiderata, squalifica delle due battistrada, il gruppo si è quasi interamente ricongiunto, presentandosi all’arrivo in una volata a ranghi compatti. Ad imporsi è stata la ruota veloce dell’elite al primo anno Martina Fidanza (Eurotarget Bianchi Vitasana), mentre la nostra portacolori Giorgia Bariani giunge al traguardo settima assoluta, sesta tra le juniores.

Le gare di mattinata delle atlete più giovani hanno avuto, in parte, un destino simile. La prova delle ragazze esordienti ha visto un’eccellente performance da parte delle atlete breganzesi, sempre in prima linea e ben piazzate. Delle più di 120 atlete partenti, solo la metà sono riuscite a giungere al traguardo. Commenta Andrea Crivellaro: “La gara di oggi è stata molto positiva, ci è mancato solo qualcosa nel finale. Anche nelle ultime battute eravamo presenti e nelle primissime posizioni: alle ragazze è mancato solo un pizzico di sana cattiveria, che avrebbe potuto condurle sicuramente ad un miglior piazzamento all’arrivo.” La prova delle allieve, invece, è stata più sfortunata. Dopo i primi giri pianeggianti dove il gruppo è rimasto sempre compatto, negli ultimi 20 chilometri i tentativi di azione da distante sono stati molteplici.

Proprio ad una quindicina di chilometri dalla conclusione, quando si era formato un drappello di tre unità al comando con la nostra portacolori Clara Calsamiglia e con un discreto margine di vantaggio, le battistrada sono state deviate erroneamente lungo il percorso, per essere poi accodate nuovamente al gruppo principale e perdendo definitivamente quanto conquistato. Sullo strappo del Castello le atlete del Team Wilier hanno saputo distinguersi e sfortunatamente Alice Capasso, dopo aver attaccato in uno dei punti più tecnici della discesa che conduceva al triangolo rosso, è stata ripresa a soli 400 metri dall’arrivo. A trionfare è Alessia Patuelli (ASD All Sport SRL), mentre Erica Cremasco giunge nella top 15, dopo una splendida rimonta dalla pancia del gruppo.

La formazione di Manuel Bortolotto si è invece presentata al via del 16° Trofeo alla Colombera di Altivole (Tv) senza la sua punta di giornata, Leonardo Dalla Costa. La prova, impegnativa già lungo i primi giri pianeggianti, è stata segnata dagli alti ritmi imposti dai team maggiori. Riccardo Pegoraro, che stava conducendo un’ottima performance, è stato messo fuori dai giochi da una brutta caduta a metà gara. Leonardo Panozzo invece, sebbene non fosse affatto un percorso nelle sue caratteristiche da velocista, è stato abile e capace di rimanere tra i migliori nel secondo circuito più tecnico ed impegnativo, fino ai piedi della salita del Mostacin, nel trasferimento che conduceva al traguardo. “E’ stata per noi un’altra domenica un po’ sfortunata, ma allo stesso tempo molto positiva – commenta Bortolotto – in una gara di livello simile ci siamo saputi ben distinguere e difendere al meglio. Passo dopo passo le maglie del Team Wilier Breganze si stanno facendo strada in gruppo, con dei miglioramenti costanti e progressivi.” (Foto di Flaviano Ossola)

Sara Pillon – Ufficio Stampa Team Wilier Breganze

Comments are closed.