G.S. Cicli Fiorin - Foto OSSOLA

Il G.S. Cicli Fiorin Cycling Team ha pedalato sulle strade del “Trofeo Da Moreno”

Pubblicato 9 marzo 2015 | Live dai ritiri

Nella mattinata di domenica 8 marzo il G.S. Cicli Fiorin Cycling Team ha effettuato la ricognizione del percorso del “Trofeo Da Moreno – Piccola Coppa del Mondo”, l’unica gara internazionale riservata alla categoria Juniores presente nel calendario UCI (eccetto, ovviamente, ai campionati del mondo ed ai campionati continentali). Le atlete, guidate da Daniele Fiorin, hanno pedalato con grande intensità e concentrazione sul circuito predisposto dalla Cycling Sport Promotion di patron Mario Minervino. Ecco le dichiarazioni delle atlete che saranno in gara domenica 29 marzo sulle strade tra Laveno Mombello (VA) e Cittiglio (VA):

ELENA BISSOLATI: “La gara sarà senza dubbio ‘tosta’, resa ancor più impegnativa e difficile dalla presenza della salita finale verso Orino e dal fatto di essere una competizione internazionale, con tante atlete straniere di indubbio valore schierate al via. In ogni caso darò il massimo mettendomi a disposizione della squadra.”

VIRGINIA CANCELLIERI: “Il percorso di gara è caratterizzato da diversi saliscendi che renderanno la competizione selettiva, anche se la vera differenza la si farà sulla salita finale, davvero molto dura. Ovviamente, essendo il mese di marzo, non sono ancora in piena forma… in ogni caso mi sento in buone condizioni e spero di portare a termine la gara correndo bene!”

GIORGIA CAPOBIANCHI: “La gara sarà molto dura, non tanto per il percorso, che tutto sommato è fattibile, quanto per la presenza al via di numerose nazionali straniere. Circuito davvero bello, in particolare nella prima parte, dove le magnifiche sponde del Lago Maggiore aumenteranno la spettacolarità della corsa. Come squadra daremo battaglia! Ce la metteremo tutta per dire la nostra e per conquistare un buon risultato.”

SARA FRANCESCHELLI: “A Cittiglio ho già gareggiato nella passata stagione e devo dire che il percorso mi piace molto. Sicuramente la gara si deciderà sulle rampe della salita finale verso Orino. Spero di essere presente sul finale per giocarmi un buon piazzamento o per aiutare le compagne che eventualmente staranno meglio di me. Senza dubbio bisognerà tenere d’occhio le atlete delle nazionali straniere. La preparazione sta procedendo bene e la condizione crescerà ancora da qui al 29 marzo.”

GLORIA MANZONI: “Il percorso è ‘tosto’, soprattutto se ci saranno diverse nazionali straniere che si giocheranno la vittoria finale. Sicuramente sarà una gara combattuta dall’inizio alla fine, ricca di scatti e contro scatti. Le salite, pur non essendo lunghe, sono impegnative e per superarle al meglio conterà stare sempre nelle prime posizioni, evitando così ‘buchi’. Essendo al debutto tra le Juniores spero di fare una buona gara; le gambe ci sono, anche se non ancora al ‘top’. Pur non essendo un circuito adattissimo alle mie caratteristiche darò il massimo per rendere la vita difficile a chi punta al successo. Mi sbilancio dicendo che la vittoria finale non se lo contenderanno le scalatrici pure, ma le atlete che possiedono anche un buono spunto veloce. Dal mio punto di vista le favorite sono Balsamo, Alzini, Bertizzolo, Stefani e anche la mia compagna di squadra Elena (Bissolati). Purtroppo non conosco le straniere… Vedremo come andrà la gara, spero di riuscire a difendermi e se ci sarà l’occasione cercherò di attaccare. Colgo l’occasione per fare un grosso ‘in bocca al lupo’ a tutte le partecipanti.”

GIULIA ORLANDO: “Il percorso non è durissimo… ma senza dubbio non bisogna sottovalutare il falsopiano dove sarà posto il traguardo. Proprio in quel punto, infatti, il gruppo si allungherà e potrebbe spezzarsi. Bisognerà, quindi, stare sempre davanti. La salita finale verso il G.P.M. di Orino è molto bella. Purtroppo sono un po’ in ritardo con la preparazione anche a causa di un problema al ginocchio, ma sicuramente in gara farò del mio meglio. Cercherò di togliermi qualche soddisfazione più avanti, lavorando senza fretta ma con grande determinazione.”

MARZIA SALTON BASEI: “Penso che il percorso del ‘Trofeo Da Moreno’ sia duro e credo che il ritmo imposto dalle numerose atlete presenti, soprattutto straniere, renderà la gara ancora più impegnativa e selettiva. Mi presenterò al via con tanta grinta e voglia di mettermi in gioco, cercando di essere attiva in gara e di non subire la corsa.”

ISABELLA STRIZZI: “ll percorso mi piace molto ed è adatto alle mie caratteristiche. Al via ci saranno molte avversarie di valore… tra le italiane credo che le principali favorite siano Bertizzolo, Balsamo e Beggin. La gara sarà impegnativa ed incerta anche per la presenza di numerose atlete straniere. Darò il massimo per restare il più possibile con le migliori.”

GAIA TORTOLINA: “Il 29 marzo avrà luogo la piccola coppa del mondo sulle strade di un percorso molto vario e davvero entusiasmante! Un percorso tecnico nella prima parte, dove i tentativi di allungo saranno sicuramente molti, rispetto ai giri piccoli più facili. La gara si deciderà sulla salita finale di Orino, dato che la successiva discesa non consentirà recuperi. Pur essendo il primo appuntamento stagionale lo ritengo un banco di prova importante per testare la condizione dopo i mesi di allenamenti invernali e per giocarsi le proprie carte puntando, come sempre, al massimo!”

VICTORIA ZAVALLONI: “Il circuito del Trofeo Da Moreno, se affrontato a ritmi elevati, risulterà davvero impegnativo, soprattutto nell’ultima tornata con il G.P.M. posto in vetta alla salita di Orino. Essendo all’esordio nella categoria Juniores punto a fare esperienza mettendomi a disposizione delle mie compagne di squadra.”

Servizio a cura di Flaviano Ossola – Foto F. Ossola

Comments are closed.